Quercus frainetto

Quercus frainetto

Il farnetto (Quercus frainetto Ten.) è una specie arborea appartenente alla famiglia delle Fagacee.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Divisione Magnoliophyta, Classe Magnoliopsida, Ordine Fagales, Famiglia Fagaceae e quindi al Genere Quercus ed alla Specie Q. frainetto.

Etimologia –
Il termine Quercus lo ritroviamo tal quale nel latino, che indicava la quercia, pianta sacra a Giove. L’epiteto specifico frainetto è un refuso tipografico che non è mai stato corretto: in origine era farnietto cioè simile a una piccola farnia.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il Farnetto è un albero con origini nell’Europa sudorientale (Italia centro-meridionale, Grecia, Romania, Bulgaria, Turchia). In Italia è molto diffuso nel parco del Circeo, nel Gargano e in Calabria ed è presente in maniera sporadica nella Maremma toscana, nel Lazio e nell’Umbria. Cresce in un ambito altimetrico tra o ed i 1200 metri s.l.m. e vegeta prevalentemente in consociazione con il cerro.

Descrizione –
Il Quercus frainetto è una specie arborea caratterizzata da chioma espansa e tondeggiante che può raggiungere i 30 metri di altezza. Ha un tronco diritto che con l’età diventa tortuoso e nodoso, con scorza grigiastra e liscia da giovane, poi brunastra e fittamente solcato-squamosa.
Ha foglie decidue ed alterne, fino a circa 20 cm di lunghezza, oblunghe che presentano 7-9 paia di lobi stretti e profondi, a volte lobulati; queste da giovani sono lanuginose, poi la pagina superiore diventa glabra mentre quella inferiore conserva una pelosità grigio-ruggine. I fiori sono unisessuali, con quelli maschili riuniti in amenti lunghi 4 – 5 cm, leggermente pubescenti e quelli femminili in spighe molto pubescenti. I frutti sono delle ghiande di colore giallo-brunastro da mature e incappucciate fino a metà dalla cupola che presenta squamette tomentose.

Coltivazione –
Il farnetto è un albero che non ha particolari esigenze di terreno ma soffre i climi freddi con frequenti gelate e quindi è adatto ad essere impiantato nelle zone dell’Italia centro-meridionale. La pianta predilige terreno fresco e fertile e si adatta bene in substrati da acido a leggermente alcalino ma rifugge quelli molto calcarei. Manifesta inoltre una buona resistenza alla siccità e all’inquinamento. Come tutte le querce, questa pianta può essere soggetta ad attacchi di mal bianco (che in ogni modo non ne alterano la conformazione e il normale accrescimento), marciumi radicali e carie del legno. Frequenti possono essere anche attacchi di afidi, cerambice e processionaria. Negli ultimi trent’anni anche le piante di farnetto, seppure in misura minore, sono state interessate da una grave sindrome nota come deperimento delle querce (‘Oak Decline’ o ‘Oak Puzzle Disease’), diffusasi nell’intero areale italiano delle querce ed in quello di numerosi Paesi europei ed extraeuropei.

Usi e Tradizioni –
Il Quercus frainetto è una specie arborea utilizzata come pianta ornamentale in parchi e giardini. Viene utilizzata nel verde urbano anche per viali e per il rivestimento di scarpate stradali ed è, inoltre, idonea alla forestazione di zone incolte e dimesse in clima temperato. Come specie forestale, in cui svolge un ruolo importante, viene governata a ceduo per la produzione di legna da ardere. Il legno è usato anche per traverse ferroviarie, mobilio e costruzioni navali.
Le ghiande di questa pianta sono dolciastre e molto ricercate da ghiandaie e picchi.

Modalità di Preparazione –
Il farnetto non ha utilizzi particolari in cucina o per scopi farmaceutici.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *