Come coltivare la Verbena odorosa

Come coltivare la Verbena odorosa

La verbena odorosa (Aloysia citriodora Palau) è una pianta arbustiva perenne della famiglia delle Verbenaceae. La pianta è conosciuta anche col nome di Cedrina, Limoncina, Erba luigia. In questa scheda vedremo come coltivare la Verbena odorosa.
Per una buona coltivazione bisogna sapere che la Verbena odorosa non tollera le basse temperature invernali sotto lo 0 °C. Può essere coltivata in vaso, ed in questo caso, in queste zone rigide le piante vanno protette in ambienti idonei.
I semi possono essere messi in semenzaio quando la temperatura supera i 15°C e la germinazione avviene circa in 20 giorni. Quando le piantine sono sviluppate possono essere trapiantate in piccoli vasetti (basta usare una miscela di terra di medio impasto e sabbia grossolana). Prime di metterla a dimora va coltivata in vaso per due anni.

La verbena odorosa può essere riprodotta anche per talea, prelevando delle porzioni di stelo nella tarda primavera o in estate e facendole radicare in substrato terroso in zone ombreggiata. In primavera tagliare gli steli nel punto dove si sta formando la nuova vegetazione. Alla fine dell’estate potare leggermente la pianta per eliminare i capolini morti.
Il substrato su cui impiantarla va preventivamente preparato, finemente lavorato e con aggiunta di un buon compost o humus di lombrico. Per quanto riguarda l’irrigazione va effettuata evitando ristagni ed eccessi, soprattutto prima della raccolta, considerando che la concentrazione dell’aroma può diminuire notevolmente con l’eccesso di acqua.
La verbena odorosa non soffre di particolari malattie fungine mentre tra i parassiti teme l’attacco di afidi e cocciniglie ma solo in ambienti climatici particolarmente umidi.
Per l’utilizzo delle foglie queste vanno raccolte in estate quando la pianta fiorisce e vanno fatte essiccare in luogo fresco ed ombreggiato. Si consiglia di conservare le foglie essiccate in un vaso di vetro in modo che il loro profumo si possa mantenere per almeno tre anni. Si ricorda che le foglie, decidue, lanceolate, di colore verde chiaro, lunghe 5-7 cm, emanano un intenso profumo di agrumi, simile a quello della Melissa officinalis.
Dalle foglie si estrae un olio essenziale, impiegato nell’industria cosmetica, ricco di composti volatili quali geraniolo, citrale e limonene. Foglie e fiori essiccati si possono usare per profumare armadi ed ambienti.
Le proprietà di questa pianta sono: antinevralgiche, neurotoniche, stimolanti.
Le foglie di questa pianta vengono utilizzate in cucina per aromatizzare l’aceto, l’olio, macedonie, liquori e marmellate. Inoltre è usata in fitoterapia per preparare degli ottimi infusi.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *