Mappa Inquinamento Idrico

Mappa inquinamento idrico

Come è noto, gli esseri umani hanno effetti sul ciclo dell’acqua e dell’ acqua dolce con ricadute sulla crisi idrica globale; la carenza di acqua, in particolare,affligge molte zone aride e densamente popolate.

La crisi idrica globale coinvolge anche l’inquinamento delle acque, perché per essere potabile e per l’irrigazione, l’acqua non deve essere inquinata al di là di determinate soglie. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2008 circa 880 milioni di persone nel mondo (o il 13% della popolazione mondiale) non hanno avuto accesso ad una migliore acqua potabile (sicura) (World Health Statistics, 2010*). Allo stesso tempo, circa 2,6 miliardi di persone (pari al 40% della popolazione mondiale) hanno vissuto senza servizi igienici adeguati (accesso ad un sistema fognario pubblico, fossa settica, o anche una semplice latrina su fossa). Ogni anno circa 1,7 milioni di persone muoiono a causa di malattie diarroiche associate con l’acqua non sicura potabile, servizi igienico-sanitari inadeguati e scarsa igiene; per esempio, il semplice lavaggio delle mani con il sapone. Quasi tutti questi decessi si hanno nei paesi in via di sviluppo, e circa il 90% di essi si verificano tra i bambini sotto l’età di 5. Ad aggravare la crisi idrica è la questione della giustizia sociale; i poveri più comunemente mancano di acqua potabile e servizi igienico-sanitari dei ricchi. A livello globale, migliorando l’acqua, i servizi igienico-sanitari e di igiene si potrebbero prevenire fino al 9% di tutte le malattie e il 6% di tutti i decessi. Oltre alla crisi globale le malattie dovute alle vie d’acqua, sono dovute all’inquinamento chimico da agricoltura, industria, città, ecc.. Alcuni inquinanti chimici hanno gravi e ben noti effetti sulla salute; tuttavia, di molti altri si hanno pochi dati sugli effetti sulla salute a lungo termine. Negli Stati Uniti attualmente più di 40.000 corpi idrici sono classificati come”alterati” (criterio impostato dall’EPA, il che significa che potrebbero non supportare un ecosistema sano né soddisfare gli standard di qualità dell’acqua. Nei sondaggi pubblici, condotti negli ultimi dieci anni, gli americani denunciano costantemente la preoccupazione per l’inquinamento delle acque e l’approvvigionamento idrico. Queste rappresentano le prime apprensioni ambientali su questioni come l’inquinamento atmosferico, la deforestazione, l’estinzione delle specie, e il riscaldamento globale.

Guido Bissanti

* Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.