Potentilla argentea

Potentilla argentea

La cinquefoglia argentata o cinquefoglia canuta o cinquefoglia a foglia d’argento, (Potentilla argentea L.) è una specie erbacea appartenente alla famiglia delle Rosaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Sottoregno Tracheobionta,
Superdivisione Spermatophyta,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Sottoclasse Rosidae,
Ordine Rosales,
Famiglia Rosaceae,
Sottofamiglia Rosoideae,
Genere Potentilla,
Specie P. argentea.
Sono sinonimi i seguenti termini:
– Fragaria argentea (L.) Crantz;
– Hypargyrium argentatum (Jord.) Fourr.;
– Hypargyrium argenteum (L.) Fourr.;
– Hypargyrium confine (Jord.) Fourr.;
– Hypargyrium decumbens (Jord.) Fourr. ;
– Hypargyrium demissum (Jord.) Fourr.;
– Hypargyrium tenuilobum (Jord.) Fourr.;
– Pentaphyllum argenteum (L.) Nieuwl.;
– Potentilla argentata Jord. ex verl.;
– Potentilla argentea var. angustisecta F.Saut.;
– Potentilla argentea subsp. argentata (Jord.ex Verl.) O.Schwarz;
– Potentilla argentea var. argentata (Jord.ex Verl.) Nyman;
– Potentilla argentea var. argentea ;
– Potentilla argentea var. confinis (Jord.) Rouy & EGCamus;
– Potentilla argentea subsp. decumbens (Jord.) O. Schwarz;
– Potentilla argentea var. decumbens (Jord.) Focke;
– Potentilla argentea subsp. demissa (Jord.) Berher;
– Potentilla argentea var. demissa (Jord.) Lehm. ;
– Potentilla argentea var. scolorire Tratt.;
– Potentilla argentea var. grandiceps (Zimmeter) Rouy & EGCamus;
– Potentilla argentea subsp. grandiceps (Zimmeter) O.Schwarz;
– Potentilla argentea var. latisecta F.Saut.;
– Potentilla argentea subsp. latisecta (F.Saut.) J v.;
– Potentilla argentea subsp. macrotoma (Borb s);
– Potentilla argentea var. principali Rouy & EGCamus;
– Potentilla argentea var. verbale Ser.;
– Potentilla argentea var. perincisa Borb s ex Zimmeter;
– Potentilla argentea subsp. semiloba (Jord. ex Verl.) Berher;
– Potentilla argentea var. septemsecta G. Mey.;
– Potentilla argentea var. tenuiloba (Giordania) AFSchwarz;
– Potentilla argentea subsp. tenuiloba (Giordania) O.Schwarz;
– Potentilla argentea var. vulgaris Rouy & EGCamus;
– Potentilla argyrops Raf.;
– Potentilla baenitzii Borb s;
– Potentilla × besseana Siegfr.;
– Potentilla cinerea Raf. ex Ser.;
– Potentilla confinis Jord.;
– Potentilla decumbens Jord.;
– Potentilla demissa Jord.;
– Potentilla franconica Poeverl.;
– Potentilla grandiceps Zimmeter;
– Potentilla macrotoma Borb s;
– Potentilla megalontodon Lehm.;
– Potentilla minuta (Ser.) Zimmeter;
– Potentilla perincisa (Borb s ex Zimmeter) Zimmeter;
– Potentilla sauteri Zimmeter, ;
– Potentilla septemsecta (G. Mey.) Zimmeter;
– Potentilla stenotoma Borb s;
– Potentilla superlata Borb s;
– Potentilla supralata Borb s;
– Potentilla tenuiloba Jord.;
– Potentilla tomentosa Gilib.;
– Potentilla varia var. argentea (L.) Spenn..

Etimologia –
Il termine Potentilla è il diminutivo di pótens potente: riferimento alle proprietà medicinali di alcune specie di questo genere.
L’epiteto specifico argentea viene da argentum argento per la presenza di organi o loro parti di colore argenteo, spesso riferito alle facce fogliari.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Potentilla argentea è un’erba perenne originaria dell’Europa, dell’Asia Minore e della Siberia ed è stata introdotta in tutte le aree temperate del Nord America e della Nuova Zelanda.
In Italia è presente in molte regioni ma manca in Sardegna, Umbria, Molise, Basilicata, Calabria e forse nel Lazio.
Il suo habitat è quello dei prati aridi xerici, rupi soleggiate, muri, preferibilmente su substrato siliceo (acido), da 0 a 1200 (raramente oltre 1900 m) m s.l.m.

Descrizione –
La Potentilla argentea è una pianta erbacea perenne, assai polimorfa, alta 20-30 cm, munita di un rizoma robusto; fusti prostrato-ascendenti, legnosi alla base e spesso arrossati, sparsamente pubescenti per peli semplici, bianco-tomentosi in alto.
Le foglie della rosetta sono effimere, generalmente non presenti alla fioritura; le inferiori lungamente picciolate; le superiori subsessili. La lamina è palmato-digitata, divisa in 5(3) segmenti stretti, cuneati alla base e profondamente incisi nella metà superiore in 2-7 grossi denti disuguali; i segmenti sono subcoriacei, revoluti al margine, verdi e subglabri nella pagina superiore, in quella inferiore con densa pelosità appressata di peli cotonosi increspati (senza peli stellati) che danno un aspetto candido bianco-tomentoso; stipole intere o appena dentate, strettamente triangolari (1 x 4 mm).
L’infiorescenza è in cime multiflore corimbiformi con piccoli fiori (di 6-12 mm di diametro) ermafroditi. Il calice con 5 sepali triangolari, conniventi nella fruttificazione; epicalice (calicetto) con 5 segmenti lineari-lanceolati, alterni ai sepali, lunghi ± quanto i sepali. La corolla con 5 petali gialli di 4-7 mm, non coprentisi, poco smarginati, subeguali al calice o poco più lunghi. Gli stami sono 10. L’ovario è supero pluricarpellare apocarpico. Lo stilo ingrossato alla base, filiforme in alto.
I fiori sono di colore giallo zolfo e sbocciano dalla tarda primavera fino all’estate.
Il frutto è un poliachenio (acheneto) con acheni ovoidi, giallastri e rugosi.

Coltivazione –
La cinquefoglia argentata è una pianta che cresce allo stato spontaneo e che è facilmente coltivabile in terreni moderatamente fertili, da asciutti a mediamente umidi, ben drenati in pieno sole. Tollera l’ombra parziale e i terreni poveri. Le piante crescono bene in un’ampia gamma di terreni ed hanno una buona tolleranza alla siccità. Le piante hanno un’eccellente resistenza invernale e si comportano meglio nei freschi climi estivi del nord. Le piante tendono a naturalizzarsi per auto-semina e possono formare spesso colonie dense in condizioni di crescita ottimali.

Usi e Tradizioni –
La Potentilla argentea è una pianta che trova impiego sia come ornamentale, utilizzata in giardini ordinari o rocciosi ma utilizzata soprattutto un tempo anche in campo medicinale.
Il nome generico dal latino potens significa infatti potente ed è in riferimento alle note proprietà medicinali della pianta.
Infatti sin dall’antichità è stata usata per le proprietà medicinali, i principi attivi si trovano nei rizomi e sono usati come astringenti, antidiarroici e cicatrizzanti.
Nella pianta sono stati trovati dei polifenoli isolati da parti aeree; queste sostanze sono state poste a ricerche per la loro citotossicità contro la linea cellulare di carcinoma mammario umano (MCF-7) e la loro capacità di legame al DNA.

Modalità di Preparazione –
La Potentilla argentea viene impiegata per fini medicinali. Di questa pianta si utilizzano degli infusi e degli estratti dai rizomi, dall’intera pianta o dalle sole foglie o fiori.
Vengono utilizzati per fini astringenti, antidiarroici e cicatrizzanti.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.
Fonte foto: https://powo.science.kew.org/taxon/urn:lsid:ipni.org:names:727660-1

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.