Parablennius gattorugine

Parablennius gattorugine

La bavosa ruggine o bavosa gattorugine (Parablennius gattorugine Linnaeus, 1758) è un pesce marino appartenente alla famiglia dei Blenniidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Sottoregno Eumetazoa,
Superphylum Deuterostomia,
Phylum Chordata,
Subphylum Vertebrata,
Infraphylum Gnathostomata,
Superclasse Osteichthyes,
Classe Actinopterygii,
Ordine Perciformes,
Sottordine Blennioidei,
Famiglia Blenniidae,
Genere Parablennius,
Specie P. gattorugine.
Sono sinonimi i termini:
– Blennius gattorugine Linnaeus, 1758;
– Blennius ruber Valenciennes, 1836;
– Blennius varus Pallas, 1814;
– Parablennius gattorougine Linnaeus, 1758.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il Parablennius gattorugine è una specie presente nell’Oceano Atlantico nord-orientale che si trova in acque costiere poco profonde al largo dell’Europa occidentale, del Mediterraneo e del Nord Africa.
La specie è diffusa nel mar Mediterraneo occidentale dove è comune anche nei mari italiani, nel mar di Marmara (ma non nel mar Nero) e nell’Oceano Atlantico orientale dall’Irlanda al Marocco.
Il suo habitat è quello di fondali rocciosi, di fessure e nascondigli a profondità abbastanza alte per un blennide, tra 3 e 40 m.
Questi pesci possono essere trovati sopra il segno della bassa marea con maree molto basse, al riparo sotto i massi o tra la vegetazione esposta.

Descrizione –
Il Parablennius gattorugine si riconosce per la sua caratteristica forma dei pesci di questa famiglia, con la colorazione mimetica che, durante la deposizione delle uova, vira al cioccolato per i maschi. La colorazione oscilla tra il giallo cupo e il marrone caffè, con fasce scure verticali, spesso con un sottilissimo bordo chiaro, che continuano sulla pinna dorsale, che non presenta incisione mediana. Spesso ha un’apparenza reticolata dovuta ad un reticolo di sottili linee molto chiare sovrapposte al disegno principale.
Ha una dimensione di 17,5 cm, anche se è stata descritta una cattura di 30 cm.
Presenta tentacoli nelle narici e sopra il occhi; non ci sono denti canini nella mascella superiore
La testa è grande e le labbra vistose. Può eccezionalmente raggiungere i 30 cm di lunghezza.

Biologia –
Il Parablennius gattorugine è una specie che si riproduce in primavera.
Quando si riproducono, i maschi sviluppano delle ghiandole pallide simili a cavolfiori sulle pinne anali che si ritiene svolgano un ruolo nell’attrarre le femmine e nel pulire le uova.
Le uova vengono deposte da marzo a maggio dopo che i maschi si accoppiano con un certo numero di femmine. Le uova sono demersali e come quelle di tutte le bavose si attaccano al substrato tramite un cerotto adesivo filamentoso.
Le uova vengono poi guardate dal maschio.
In questo periodo, infatti, i maschi custodiscono e difendono il nascondiglio dove diverse femmine hanno deposto le uova; è il maschio, infatti, che si prende cura delle uova fino alla schiusa quando si trasformano in larve planctoniche.

Ruolo Ecologico –
La bavosa ruggine ha denti affilati simili a pettini che usa per raschiare il cibo dal substrato. Si nutre di anemoni di mare e di altri invertebrati come gamberi e altri crostacei.
È un pesce crepuscolare, essendo attivo principalmente all’alba e al tramonto.
Come la maggior parte dei pesci, il Parablennius gattorugine ospita diverse specie di parassiti, tra cui il capillariide Nematode Pseudocapillaria bainae. Questo parassita è stato trovato nell’intestino di esemplari catturati al largo dell’Italia e del Montenegro. La sua biologia è sconosciuta.
Il Parablennius gattorugine ha scarso interesse commerciale, sebbene possa essere utilizzato in acquari marini.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Louisy P., 2016. Guida all’identificazione dei pesci marini d’Europa e del Mediterraneo. Il Castello Editore, Milano.
– Nikiforos G., 2008. Fauna del Mediterraneo. Giunti Editore, Firenze.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.