Gomma dammar

Gomma dammar

La gomma dammar o damar (che in malese significa letteralmente “torcia di resina” e può essere tradotto in “la luce”) è una resina di origine vegetale, ottenuta da alcune piante ed è l’essudazione solidificata di alcune piante della famiglia delle Dipterocarpaceae presenti in India, Asia orientale fino in Nuova Zelanda, principalmente quelli dei generi Shorea, Balanocarpus, o Hopea.

Produzione –
La maggior parte della gomma dammar viene prodotta incidendo la corteccia degli alberi, facendo essudare la resina che verrà poi commercializzata sotto forma di vernice già pronta o in cosiddette lacrime. Tuttavia si trova anche in forma fossile nel terreno. La gomma dammar si presenta in granuli di colore giallo-avorio pallido, facilmente friabili e dall’odore piacevole mentre la forma fossile è di colore grigio-marrone.
In commercio esistono molte qualità di questa resina ma la migliore è quella dal colore chiaro-trasparente.

Usi –
La gomma dammar trova impiego nel campo del restauro e dell’arte; viene usata notoriamente nella fabbricazioni di vernici finali per proteggere i dipinti, miscelandola con essenza di trementina, olio di lino crudo, ecc..
La gomma dammar trova impiego, oltre che per diversi usi medici e industriali, viene usata tradizionalmente per proteggere e purificare.
Quando viene messa su un disco di carbone acceso, la fragranza è delicata, leggera, fresca, dolce e fruttata e agisce come una fragranza che illumina l’ambiente.
Inoltre, in erboristeria, secondo la medicina tradizionale delle aree di origine, viene utilizzata per:
– agire sull’umore disperdendo la cupezza e la malinconia;
– portare ispirazione;
– chiarire i pensieri;
– liberare le emozioni soffocate;
– favorire la trasmutazione di ciò che necessità di essere trasformato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.