Jacaranda caroba

Jacaranda caroba

L’albero di caroba brasiliano (Jacaranda caroba (Vell.) DC.) è una specie arborea appartenente alla famiglia delle Bignoniaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Sottoregno Tracheobionta,
Superdivisione Spermatophyta,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Sottoclasse Asteridae,
Ordine Scrophulariales,
Famiglia Bignoniaceae,
Genere Jacaranda,
Specie J. Caroba.
Sono sinonimi i termini:
– Bignonia caroba Vell.;
– Jacaranda caroba var. oxyphylla (Cham.)
– Jacaranda clausseniana Casar.;
– Jacaranda elegans Mart. ex DC.
– Jacaranda mendoncaei Bureau & K.Schum.;
– Jacaranda oxyphylla Cham..

Etimologia –
Il termine Jacaranda proviene dal nome vernacolare guaraní attribuito alla pianta in Brasile e che significa “fragante”.
L’epiteto specifico caroba è probabilmente in riferimento al termine carob usato per la pianta del carrubo.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Jacaranda caroba è una pianta medicinale originaria della vegetazione del Cerrado in Brasile che cresce comunque anche in sud Africa.
Il suo habitat è quello del clima tropicale ad altitudini comprese tra 500 e 1600 metri sul livello del mare. Frequenta terreni sabbiosi, rocciosi o accidentati, nelle foreste xerofile che periodicamente soffrono di incendi.

Descrizione –
La Jacaranda caroba è una pianta che va dal portamento arbustivo fino a quello arboreo, raggiungendo i 15 metri di altezza. La pianta è molto ramificata ed è coronata da un fogliame verde intenso.
Le foglie sono lunghe 3-4 cm, bipennate, coriacee e oblunghe con nervature molto marcate.
I fiori sono di colore più o meno blu violaceo intenso, portati in cime terminali e hanno un aroma simile al miele.
Il frutto è una capsula legnosa con numerosi semi.

Coltivazione –
La Jacaranda caroba è una specie che viene raccolta allo stato selvatico per uso medicinale locale ed è talvolta utilizzata anche come fonte di carburante.
Cresce in posizione soleggiata e predilige un terreno fertile e ben drenato.
La propagazione principale di questa pianta è per seme.

Usi e Tradizioni –
La Jacaranda caroba è una pianta che oltre ad essere presnte nelle sue aree di origine è stata introdotta in Europa dal Sud America come rimedio per la sifilide e l’affaticamento mentale.
La pianta viene utilizzata per moderare il desiderio sessuale.
La corteccia amara è antisifilitica, astringente, catartica e diuretica.
Le foglie sono toniche e sono utilizzate nel trattamento della sifilide e di vari problemi della pelle.
La pianta è utilizzata anche per il trattamento di uretriti, reumatismi e malattie della pelle.
Tra gli altri sui si ricorda che il legno, di colore dal grigio biancastro al rosa chiaro, è leggero, liscio, alquanto poroso, piuttosto fragile e di scarsa durabilità. Per questo motivo viene utilizzato solo per la produzione di carburante e di carbone.

Modalità di Preparazione –
Della Jacaranda caroba si utilizza la corteccia, che è amara, che è astringente, catartica e diuretica e nel trattamento della sifilide.
Anche le foglie sono antisifilitiche e toniche e sono utilizzate nel trattamento di vari problemi della pelle.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *