Mappa geografica dello Zambia

Mappa geografica dello Zambia

Lo Zambia è uno Stato con una estensione di 752.614 km² ed un numero di abitanti al 2005 di 11.668.000 di abitanti, posto sito nell’Africa centro-meridionale.
La Zambia confina a nord con la Repubblica Democratica del Congo, a nord-est con la Tanzania, a est con il Malawi, a sud con Mozambico, Zimbabwe, Botswana e Namibia, e a ovest con l’Angola; inoltre lo Zambia non ha sbocchi sul mare.
Dal punto di vista politico la Zambia è una repubblica presidenziale nell’ambito del Commonwealth, membro delle Nazioni Unite e dell’Unione Africana e con lingua ufficiale l’inglese.
La capitale è Lusaka con 1.267.440 abitanti al 2018.

Geografia –
Lo Zambia è caratterizzato da un aspetto geografico e morfologico alquanto uniforme. Il suo territorio è costituito principalmente da altopiani, che vanno dai 1000 m (centro-sud) aii 1300 m (a nord) e che digradano verso sud-ovest nel bacino dello Zambesi.
Mentre la parte occidentale del paese è caratterizzata da vaste pianure alluvionali, inondate nella stagione delle piogge (periodo che va da ottobre ad aprile), quella orientale è arida e caratterizzata dalla presenza di una savana ricca di arbusti.
A nord-ovest s’innalzano i monti Muchinga, che superano i 1800 m e sono lo spartiacque naturale tra i bacini dello Zambesi e del fiume Congo. Le cime più elevate si trovano sui monti Nyika al confine con il Malawi, che raggiungono i 2164 m.
Inoltre lo Zambia include due grandi bacini fluviali: quello dello Zambesi (a sud) e quello del fiume Congo (a nord).
Nel bacino dello Zambesi, oltre allo Zambesi, i fiumi principali sono il Kafue, il Luangwa e il Kwando. Il Kwando forma il confine sudorientale con l’Angola, per poi dirigersi a est lungo il confine settentrionale della Striscia di Caprivi. Lo Zambesi confluisce con il Kwando per poi scorrere verso est, formando il confine fra Zambia e Zimbabwe. Kafue e Luangwa sono i due principali tributari dello Zambesi. Prima di convergere nello Zambesi, il Luangwa forma parte del confine col Mozambico. Le Cascate Vittoria, formate dallo Zambesi, sono fra le più imponenti del mondo, con una larghezza di 1,6 km e un’altezza di 100 m. A valle delle cascate, lo Zambesi forma il lago Kariba. Successivamente, il fiume attraversa il Mozambico e sfocia del Canale di Mozambico (Oceano Indiano).
Il bacino del Congo in Zambia comprende i due grandi fiumi dello Chambeshi e dello Luapula. Il primo costituisce il confine fra Zambia e Repubblica Democratica del Congo, e scarica nelle wetland del Lago Bangweulu, da cui si forma il Luapula. Il Luapula scorre verso ovest e poi verso nord, formando, insieme al fiume Kalungwishi, il lago Mweru. Sempre nel bacino del Congo si trova il lago Tanganica; uno dei suoi maggiori immissari è il Kalambo, che si sviluppa sul confine fra Zambia e Tanzania e forma le Cascate del Kalambo, le seconde cascate ininterrotte più alte dell’Africa dopo quelle di Tugela (Sudafrica).

Clima –
Lo Zambia è caratterizzato da un clima tropicale con la maggior parte del territorio che beneficia di una relativa omogeneità climatica, grazie agli estesi altopiani che ne caratterizzano l’orografia. Infatti tra i 900 ed i 1200 m durante la stagione secca, da maggio a novembre, il clima è mite. L’escursione termica giorno/notte varia discretamente solo in presenza di piogge notturne, tra dicembre e maggio. Ma solamente tra giugno ed agosto la temperatura può passare dai 5 gradi notturni ai 30 del giorno. Sempre sugli altopiani l’umidità relativa è molto contenuta, anche durante la stagione delle piogge. Bastano infatti due ore di sole per riassorbirla. Le piogge si concentrano durante l’estate e aumentano da sud verso nord. le temperature medie (18 °C in luglio e 24 °C in gennaio) vengono mitigate dall’altitudine anche se la forte continentalità provoca notevoli escursioni termiche giornaliere. Le condizioni non sono le stesse nelle depressioni, ad altezze inferiori ai 500 m. Queste sono le grandi vallate del Luangwa ad est, dello Zambesi (il quarto fiume africano per lunghezza) ad ovest e a sud quelle del lago Kariba, formato dall’espansione del fiume, sbarrato da un’imponente diga a Siavonga. In queste valli, durante la stagione delle piogge, l’aria può essere davvero pesante, ma durante la stagione secca il clima è piacevole e vicino ai corsi d’acqua si assembrano tutte le creature della savana.

Patrimonio naturale –
Nello Zambia troviamo una importante porzione della foresta equatoriale che è presente al nord, nelle zone più piovose e lungo il corso dello Zambesi. I numerosi parchi nazionali, tra cui il Kabue proteggono il ricco patrimonio faunistico. I rilievi (colline e montagne) sono rari e di altezze modeste.

Flora –
La maggior parte del territorio dello Zambia è un altopiano e il tipo di vegetazione prevalente è il bosco aperto o la savana. Sono diffusi alberi di acacia e baobab, alberi spinosi e cespugli, ed erbe perenni alte, che diventano più grossolane e più rade nelle zone più aride a sud. A nord e ad est cresce una foresta sottile. Il sud-ovest ha foreste di teak dello Zambia (Baikiaea plurijuga).

Fauna –
I parchi nazionali e le riserve di caccia, come il Kafue National Park, conservano la fauna minacciata dagli insediamenti. Lo gnu di Cookson, il Senga Kob, la giraffa Thornicroft e il lechwe rosso sono unici in Zambia. Le molte varietà di buck includono kudu, impala, duiker e sten. Nella valle di Luangwa si possono trovare giraffe, zebre, rinoceronti, elefanti, babbuini, scimmie, iene, lupi e leoni. Tra gli animali notturni ci sono il gatto serval e lo zibetto, la genetta e lo sciacallo. Altri mammiferi includono il tasso del miele, l’orso formica, il coniglio delle rocce, il maiale della verruca e il maiale della boscaglia.
Lo Zambia è ricco anche di uccelli, tra cui l’aquila, il gabbiano, la sterna, il martin pescatore, il rondone, l’ala rossa, l’allodola, il chiacchierone, il sunbird, il tessitore, quelea dal becco rosso (nella valle di Luangwa), la cicogna, l’oca, il piviere, ballerina, passero, rondine, tordo, averla, usignolo, colomba, succiacapre e occasionalmente struzzo. Nelle riserve di caccia si trovano il pellicano bianco, il fenicottero, l’airone, l’ibis e la gru coronata.
Inoltre nello Zambia vivono più di 150 specie registrate di rettili, tra cui 78 specie di serpenti e 66 di lucertole. Tra questi ci sono il coccodrillo, la tartaruga, il geco, l’agama, il pitone non velenoso, il mamba, la vipera. Anche la gamma di specie di pesci è ampia e comprende orata, pesce muso, pesce burro, pesce tigre, tursiope, pesce gola, pesce fango, pesce gatto, barbo, “vundu”, squeaker, bianchetti, pesce persico, carpa, spigola e “utaka” (delle sardine).
I tipi di insetti sono migliaia e molti sono peculiari della zona. La regione di Copperbelt e le paludi del lago Bangweulu sono particolarmente ricche di insetti.

Guido Bissanti

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *