Welsh Black

Welsh Black

La Welsh Black è una antica razza bovina (Bos taurus Linnaeus, 1758) originaria del Galles, a duplice attitudine ma con prevalenza per la produzione di carne.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus, ed alla razza Welsh Black.

Distribuzione Geografica ed Areale –
Fino alla fine del diciannovesimo secolo, ogni anno venivano esportati dal Galles 25.000 capi di bestiame Welsh Black. Prima degli anni ‘60, pochi bovini venivano esportati al di fuori del Regno Unito. Oggi capi di questa razza possono essere trovati in Canada, Nuova Zelanda, Australia e Germania, nonché in Arabia Saudita, Giamaica e Uganda.

Origini e Storia –
La Welsh Black è una antica razza bovina originaria del Galles. Questa razza è una delle più antiche razze della Gran Bretagna, risalente all’epoca pre-romana. La razza nera gallese era un patrimonio prezioso del popolo britannico durante l’invasione dei sassoni.
Con lo sfruttamento commerciale della razza questa venne condotta verso i mercati inglesi. Così branchi di bestiame del Galles sudoccidentale si diressero verso Hereford e Gloucester nella valle del Tywi fino a Llandovery. Altri branchi del Cardiganshire meridionale raggiunsero la città del Galles Llandovery attraverso Llanybydder e Llansawel.
Gli allevatori, attratti da questa razza, sarebbero quindi tornati in Galles con ingenti somme di denaro, rendendoli però bersaglio di banditi e uomini di malavita.
Il risultato fu la formazione nel 1799 del Banc yr Eidon a Llandovery, della Bank of the Black Ox, che fu successivamente acquistata dalla Lloyds Bank.
I bovini gallesi neri figurano nell’elenco delle razze autoctone in via di estinzione in Galles.
Nel 1970 questa razza è stata distinta in due sottospecie, presenti nel Paese. La sottospecie del Galles del Nord è una razza robusta usata per la sua carne, mentre la sottospecie meridionale è una razza più propensa alla produzione di latte.
Così con l’aumentare della domanda moderna di carne bovina, è stata sviluppata una specie più ibrida, che si adatta alle esigenze tradizionali e alla domanda moderna di carne bovina.

Morfologia –
La Welsh Black è una razza bovina che si riconosce per avere un’altezza al garrese di: 120-140 cm per un peso dei tori di 1.000-1.100 kg e delle vacche di 600-700 kg.
Il colore del mantello è generalmente nero intenso ma si possono avere sporadicamente individui rossi – il rosso e altri colori erano, comunque, più comuni in passato.
; le corna sono bianche a punta scura ma sono presenti soggetti di ceppo acorne.
Il musello è nero pigmentato.

Attitudine produttiva –
La Welsh Black è una razza con una natura rustica unita all’abitudine di sapersi adattare bene ai pascoli accidentati, come brughiere e o habitat comunque molto naturali.
Questa razza è stata tradizionalmente allevata sia per il latte che per la carne bovina; negli ultimi tempi, soprattutto per scopi commerciali, viene solitamente utilizzatoasolo per la carne bovina.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *