Biosfera

Biosfera

Col termine biosfera si intende l’involucro esterno alla superficie terrestre, costituito da aria, acqua, suolo e sottosuolo (per la profondità di poche decine di metri), in cui sussistono le condizioni essenziali alla vita; per estensione definisce l’insieme delle forme viventi.
In biologia il termine di biosfera indica l’insieme delle zone della Terra in cui le condizioni ambientali permettono lo sviluppo della vita. Il termine biosfera non è sinonimo di ecosfera, che è invece l’insieme delle zone della Terra in cui le condizioni ambientali permettono la formazione e lo sviluppo degli ecosistemi.
La biosfera, che si pensa sia nata almeno 3,5 miliardi di anni fa, include la porzione esterna della litosfera (suolo e parte del sottosuolo), l’idrosfera (le acque marine, lacustri e fluviali), ed i primi strati dell’atmosfera (fino ad un’altitudine di circa 10 km).
La biosfera è pertanto composta dalle profondità oceaniche ed i primi strati dell’atmosfera, con uno spessore massimo di circa 20 km.
Se confrontiamo, pertanto la biosfera, con il raggio terrestre, che è di circa 6371 km, siamo nell’ordine di grandezza dello 0,31 %.

Questo numero diventa fondamentale per comprendere la delicatezza di questo strato, che contiene invece tutti i fattori biotici ed abiotici per sostenere la vita in tutte le sue forme.
La biosfera, nel suo insieme, ha scambi importanti di materia solo con l’interno della Terra (cicli biogeochimici). Gli apporti esterni sono quantitativamente molto limitati (meteore e meteoriti). Nella biosfera quindi sono individuabili un Flusso di energia ed un Ciclo della materia. Il Flusso di energia, sempre rinnovato, arriva dal Sole e passa attraverso tutti i livelli biologici ed i fattori ambientali, permettendo il mantenimento della vita come la conosciamo.
Nella accezione di Gaia la biosfera può essere vista come un unico organismo vivente. Questa è nota come Ipotesi Gaia o teoria di Gaia.
La biosfera può essere scomposta in macro-unità caratterizzate da uniformità di condizioni del clima, in cui si sono adattate una flora e una fauna specifiche, definite biomi, i quali a loro volta possono essere scomposti in micro-unità chiamate ecosistemi. L’orientamento scientifico contemporaneo, invece, non segue questa logica e inserisce gli ecosistemi in una sequenza che fa capo ai principi dell’ecologia ed è quindi sorretta dalla Teoria dei Sistemi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.