Stigma

Stigma

Lo stigma o stimma è, in botanica, la parte superiore del pistillo, spesso espansa e vischiosa, su cui si deposita il polline. Lo stigma è quindi quella porzione del del gineceo che riceve il polline durante l’impollinazione.
Lo stigma è una porzione più o meno estesa della superficie dei carpelli (le foglie femminili del fiore), spesso situato all’estremo di un peduncolo chiamato stilo.

La superficie dello stigma è generalmente papillosa, dove ogni papilla è una cellula, e bagnata, due caratteristiche che servono per facilitare l’aderenza del polline.
Una volte che è entrato nello stigma, il polline germina, si apre, e da esso si accresce un tubo pollinico attraverso il quale il nucleo o i nuclei si spostano per compiere la fecondazione dei gameti femminili. Il tubo pollinico deve pertanto penetrare attraverso il tessuto dello stigma e dello stilo.
Ricordiamo ad esempio che nello zafferano la parte che viene utilizzata, sono proprio gli stigmi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.