Uncaria rhynchophylla

Uncaria rhynchophylla

L’erba dell’artiglio del gatto (Uncaria rhynchophylla (Miq.) Miq. ex Havil., 1897) è una specie arbustiva appartenente alla famiglia delle Rubiaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Ordine Rubiales,
Famiglia Rubiaceae,
Sottofamiglia Cinchonoideae,
Tribù Naucleeae,
Genere Uncaria,
Specie U. rhynchophylla.
È basionimo il termine:
– Nauclea rhynchophylla Miq..
Sono sinonimi i termini:
– Ourouparia rhynchophylla (Miq.) Matsum.;
– Uncaria rhynchophylla (Miq.) Miq.;
– Uncaria rhynchophylla subsp. kouteng T.Yamaz.;
– Uncaria rhynchophylla var. kouteng T.Yamaz..

Etimologia –
Il termine Uncaria viene da uncus uncino, con riferimento alle spine uncinate dei pezioli.
L’epiteto specifico rhynchophylla proviene dalle due parole del greco antico ῥύγχος, rhúnkhos, “muso” e φύλλον, phúllon, “foglia”.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’Uncaria rhynchophylla è una pianta originaria dell’est dell’Asia e presente nell’est asiatico, Cina e Giappone.
Il suo habitat naturale è quello dei boschi naturali; è presente nelle formazioni boschive del Giappone centrale e meridionale.

Descrizione –
L’Uncaria rhynchophylla è una pianta arbustiva lianosa che si arrampicata ad altre piante o supporti tramite ganci formati da rami ridotti e modificati.
Le stipule sono intere o bifide. Le foglie sono opposte, di forma ovoidale lanceolata, con parte terminale appuntita e di colore verde brillante e nervature evidenti.
Le infiorescenze sono capolini compatti all’estremità di rami orizzontali molto ridotti. I lobi della corolla sono senza appendici.
I semi hanno una lunga ala a ciascuna estremità, l’ala inferiore profondamente bifida.

Coltivazione –
L’Uncaria rhynchophylla è una pianta che viene raccolta in natura per uso locale come medicinale e fonte di materiali.
Questa pianta viene sfruttata per lo più allo stato naturale ma può essere coltivata in terreni di media fertilità e con disponibilità d’acqua durante la stagione vegetativa.
La propagazione avviene per seme.

Usi e Tradizioni –
L’Uncaria rhynchophylla (in cinese semplificato: 钓钩藤; cinese tradizionale: 釣鉤藤; pinyin: diào gōu téng; letteralmente”Vite dell’amo da pesca”) o erba dell’artiglio del gatto è una pianta utilizzata nella medicina tradizionale cinese.
Le spine ricurve sugli steli sono antispasmodiche, carminative, febbrifughe ed epatiche.
Un decotto viene utilizzato nel trattamento di convulsioni infantili, mal di testa, vertigini, ipertensione e apoplessia.
Sulla pianta sono state svolte alcune ricerche scientifiche.
Queste ricerche hanno dimostrato che la pianta ha attività sia anticonvulsive che di scavenging dei radicali liberi nei ratti trattati con acido kainico (KA).
Dalla pianta sono stati estratti alcuni alcaloidi come: alcaloidi del gruppo dell’oxindolo tetra e pentaciclici, in particolare rincofillina, isorincofillina. Nelle radici ritroviamo anche pteropodina e isopteropodina. Recentemente sono stati identificati dei glicosidi dell’acido quinovico. Ritroviamo anche epicatechina, quattro procianidine dimere e triterpeni poliossigenati.
Tra gli altri usi riscontrati si utilizzano gli steli cavi come dei sifoni.

Modalità di Preparazione –
L’Uncaria rhynchophylla è una delle piante utilizzate nella medicina cinese.
Di questa pianta si utilizzano soprattutto le foglie dalle quali si ricavano dei decotti utili per alcuni rimedi. Per conservare maggiormente le proprietà curative è importante che il decotto non deve scuocere.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– GBIF, the Global Biodiversity Information Facility.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.
Fonte foto:
https://inaturalist-open-data.s3.amazonaws.com/photos/138939325/original.jpeg
https://id.digitarium.fi/api/C.299260/Preview001.jpg

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.