Abies recurvata

Abies recurvata

L’ Abete di Min (Abies recurvata Mast., 1906) è una specie arborea appartenente alla famiglia delle Pinaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Pinophyta,
Classe Pinopsida,
Ordine Pinales,
Famiglia Pinaceae,
Genere Abies,
Specie A. recurvata.
All’interno di questa specie vengono riconosciute due varietà:
– Abies recurvata var. ernestii (Rehd.) C.T.Kuan;
– Abies recurvata var. recurvata.

Etimologia –
Il termine Abies viene da Abies che è il nome classico latino (Virgilio, Egloghe, dalla radice sanscrita abh sgorgare della resina); secondo un’altra interpretazione deriverebbe dalla parola greca ἄβιος = longevo.
L’epiteto specifico recurvata fa riferimento agli aghi di forma ricurva.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’ Abies recurvata è una conifera endemica della Cina e, precisamente, nelle regioni settentrionali più secche e fredde della Cina centrale, nelle province di Sichuan e Gansu.
Il suo habitat è quello delle zone ad altitudini comprese tra 2300 e 3600 m, di solito su scogliere ventose o in profonde valli fluviali. A volte, tuttavia, compare anche nella macchia bassa secca sui pendii montuosi esposti. Le specie di conifere associate più tipiche includono Juniperus convallium, Juniperus formosana var. mairei, Juniperus squamata var. fargesii, Juniperus tibetica, Picea asperata e Picea wilsonii.

Descrizione –
L’ Abies recurvata è un albero che cresce fino a 60 metri di altezza.
Il tronco può raggiungere i 2,5 m di diametro, a portamento piramidale. I rami si diramano orizzontalmente dall’unico tronco diritto. I virgulti sono gialli o grigio-giallastri, saldi e brillanti in mezzo al fogliame.
La corteccia è liscia e grigia da giovane per poi, con il passare del tempo sfogliarsi, diventando ruvida e placcata, di colore grigio scuro o rosso-marrone.
Le foglie sono aghiformi, di colore verde lucido superiormente, argentate inferiormente, lunghe fino a 12–16 mm, rigide e appuntite; hanno stomi disposti in due bande nella faccia inferiore e su 2-8 linee nella faccia superiore.
Gli strobili maschili sono lunghi 10–15 mm, gialli con microsporofilli rossastri.
I coni femminili, inizialmente purpurei, marroni-porpora a maturazione, sono ovoidali, lunghi 4–8 cm e larghi fino a 4 cm, spesso disposti a gruppi; le scaglie sono reniformi, sottili, arrotondate e leggermente curve vicino all’apice, lunghe 12–14 mm e larghe 12–25 mm. I semi sono cuneati, lunghi circa 8 mm, con parte alare marrone scuro o nera, di 3–5 mm.

Coltivazione –
L’ Abies recurvata è una conifera che cresce nelle foreste montane delle province di Sichuan e Gansu, dove può formare abbondanti popolamenti, soprattutto nelle valli fluviali e sui pendii; di solito cresce su podzol di montagna ad altitudini comprese tra 2.300 e 3.600 metri.
Il clima è freddo, umido, con precipitazioni annuali comprese tra 700 e 1.000 mm.
Questa specie preferisce un buon terreno umido ma non impregnato d’acqua e cresce bene in terreni argillosi pesanti con un pH di circa 5.
Estremamente tollerante all’ombra, soprattutto da giovane, sebbene cresca più lentamente in una fitta ombra.
È intollerante all’inquinamento atmosferico e preferisce crescere su pendii esposti a nord.
Le piante sono soggette a danni da gelate tardive.
È una pianta con crescita moderata; sono stati registrati aumenti di altezza di 45 cm all’anno per 50 anni.
La propagazione è per seme. La semina va effettuata a fine inverno in serra o all’aperto all’inizio della primavera; la germinazione è spesso scarsa, di solito richiede circa 6 – 8 settimane. La stratificazione produce una germinazione più uniforme.
Il seme rimane vitale fino a 5 anni se ben conservato.
Le giovani piantine vanno poi trapiantate in singoli vasi, fatte crescere per il primo inverno in zona protetta e trapiantate a fine primavera dell’anno successivo e comunque quando sono piuttosto piccole, tra i 30 ei 90 cm di altezza.

Usi e Tradizioni –
Nella prima descrizione sull’ Abies recurvata, pubblicata, Masters (1906) cita le note di E.H. Wilson, che scoprì questa specie.
Questa conifera veniva un tempo utilizzata in maniera massiccia per il suo legname.
Successivamente al Cina ha emanato degli interventi legislativi di protezione.
Il legno, duro e a grana fine, è facilmente lavorabile e viene utilizzato principalmente per l’edilizia, i mobili e la cellulosa.
Molto ridotto è invece l’uso come pianta ornamentale e, comunque, ristretto ai maggiori giardini botanici.
Dal punto di vista ecologico questa specie, a causa dell’eccessivo sfruttamento del passato, ha visto ridurre la sua popolazione tra il 30 e il 50 %; per questo motivo viene classificata come Specie vulnerabile nella Lista rossa IUCN. Attualmente è sotto protezione legislativa da parte del governo cinese, che ne ha vietato lo sfruttamento.

Modalità di Preparazione –
L’ Abies recurvata è una conifera che trova impiego soprattutto per il suo legno; tuttavia provvedimenti legislativi recenti della Cina, ne hanno vietato lo sfruttamento.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– GBIF, the Global Biodiversity Information Facility.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.
Fonte foto:
https://treesandshrubsonline.org/articles/abies/abies-recurvata/
https://bisque.cyverse.org/image_service/image/00-WHCzE8LX3rVxPUZhHLryje?resize=4000&format=jpeg

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.