Belone svetovidovi

Belone svetovidovi

L’aguglia (Belone svetovidovi Collette & Parin, 1970) è un pesce marino appartenente alla famiglia dei Belonidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Phylum Chordata,
Superclasse Gnathostomata,
Classe Actinopterygii,
Sottoclasse Neopterygii,
Infraclasse Teleostei,
Superordine Acanthopterygii,
Ordine Beloniformes,
Sottordine Belonoidei,
Famiglia Belonidae,
Genere Belone,
Specie B. svetovidovi.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’aguglia è un pesce marino presente lungo la costa nord-orientale dell’Oceano Atlantico orientale, dall’Irlanda del sud alla Spagna e al Portogallo, comprese alcune popolazioni che vivono nel Mar Mediterraneo, dove era precedentemente confuso con il Belone belone per la sua quasi identica morfologia e per la condivisione degli stessi areali marini.
In Italia è segnalato nei mari del sud e nel Mediterraneo.
Il suo habitat marino è quello delle acque oceaniche e del mediterraneo del clima pelagico temperato.

Descrizione –
Il Belone svetovidovi è un pesce dal corpo allungato, alquanto compresso, specie nella parte terminale, con una lunghezza massima 80 cm, più comunemente di 30-40 cm.
Ha una colorazione dorsalmente blu scura, che diventa bianco argentea, con riflessi madreperlacei, sui fianchi. Lungo quest’ultimi scorre una banda blu striata, che caratterizza la specie nei confronti di B.Belone. Il ventre è invece di colore bianco.
La testa è lunga ed è caratterizzata da uno sviluppo corneo di ambedue le mascelle, a forma di becco robusto.
La mandibola è un po’ più lunga con 13-21 denti piccoli e ravvicinati, mentre non vi sono denti sul vomere. Sono presenti 38-52 branchiospine sul primo arco.
La pinna dorsale ha 6-19 raggi ed è simmetrica all’anale che ha 20-23 raggi ed è leggermente più bassa.
Le pinne pettorali sono modeste ed hanno 11-13 raggi. La prima anale e piccola e posizionata più indietro rispetto a B. belone. La caudale è biforcuta, con lobo inferiore leggermente più lungo.
È presente, inoltre, una chiglia laterale sul peduncolo caudale. Questa specie possiede 75-83 vertebre.
Il nome specifico è in onore di Anatolii Nikolaevich Svetovidov (1903-1985) che era un ittiologo presso l’Istituto zoologico di San Pietroburgo, Russia.

Biologia –
Sulla biologia e sulla riproduzione del Belone svetovidovi si hanno poche informazioni.
È, comunque, una specie ovipara, e le uova possono essere trovate attaccate a oggetti nell’acqua da viticci presenti sulla superficie dell’uovo.
Queste uova, di forma sferica, sono disperse sul fondo del mare (demersali).

Ruolo Ecologico –
Il Belone svetovidovi è un pesce che conduce vita pelagica. Nulla si sa sulle sue abitudini alimentare ma, probabilmente, preda di piccoli pesci d’alto mare.
Questo pesce si cattura con reti da circuizione, reti da posta e lenze ed è stato catturato usando lo sgombro (Scomber scombrus Linnaeus, 1758). Viene commercializzato fresco, ma in modo molto occasionale ed in certi mercati raggiunge un prezzo molto alto, e lo si può trovare sia fresco che congelato.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– GBIF, the Global Biodiversity Information Facility.
– Louisy P., 2016. Guida all’identificazione dei pesci marini d’Europa e del Mediterraneo. Il Castello Editore, Milano.
– Nikiforos G., 2008. Fauna del Mediterraneo. Giunti Editore, Firenze.
Fonte foto:
https://inaturalist-open-data.s3.amazonaws.com/photos/55216704/original.jpg




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.