Riproduzione del Cipresso di Lawson

Riproduzione del Cipresso di Lawson

Il cipresso di Lawson (Chamaecyparis lawsoniana (Murray) Parl.) è una pianta sempreverde della famiglia Cupressaceae, originaria delle coste occidentali degli Stati Uniti, con un areale di distribuzione dalla California all’ Oregon.
Questa pianta fu introdotta in Europa verso la metà dell’Ottocento ed è un’essenza ornamentale largamente impiegata, dalla quale si sono ottenute numerose cultivar.
In Italia è diffusa come pianta ornamentale ed è stata usata nel Meridione per effettuare rimboschimenti.

Habitat idoneo di riproduzione –
Il Chamaecyparis lawsoniana è una specie originaria delle coste occidentali degli Stati Uniti con habitat tipico del clima oceanico e presente in piccoli boschi su pendii umidi e canyon, spesso al di sotto dei 1500 metri e raramente a più di 50 chilometri dalla costa, dove predilige comunque terreni argillosi profondi e umidi in posizione riparata.

Propagazione –
Il cipresso di Lawson è una conifera sempreverde che può raggiungere i 25 metri di altezza.
Questa pianta cresce nella maggior parte dei terreni e delle situazioni, ma preferisce un terreno argilloso profondo e umido e una posizione riparata. Sopravvive su terreni alcalini secchi e le piante sono moderatamente tolleranti all’ombra, specialmente da giovani.
È una pianta abbastanza resistente al vento, ma non ama l’esposizione marittima con venti salmastri.
Per quanto riguarda la temperatura resiste fino a circa -25 °C.
La propagazione avviene per seme, con semina da inizio a metà primavera in un semenzaio all’aperto o anche in ambiente protetto.
Il seme può impiegare 18 mesi per germogliare. La stratificazione a caldo di un mese e poi a freddo produce buoni risultati.
Una volta raggiunte le dimensioni per poter essere maneggiate, le giovani piantine vanno poste in vasi singoli e fatte crescere in una serra fredda per il loro primo inverno, trapiantandole in tarda primavera dopo le ultime gelate previste.
La propagazione può avvenire anche per talee da preparare in tarda estate o autunno e fatte radicare in terreno sabbioso in serra fredda.

Ecologia –
Il cipresso di Lawson è una pianta che, allo stato naturale, è seriamente minacciata da una malattia radicale causata dal patogeno oomicete introdotto, Phytophthora lateralis. Questa malattia è anche un problema per le piantagioni orticole in alcune parti del Nord America. L’albero viene talvolta ucciso, anche se meno spesso, da altre specie di Phytophthora.
L’infezione da Phytophthora lateralis inizia quando il micelio, da una spora germinata, invade le radici. L’infezione si diffonde quindi attraverso la corteccia interna e il cambio attorno alla base dell’albero. Il tessuto infetto muore e avvolge efficacemente l’albero. I grandi alberi hanno maggiori probabilità di essere infettati rispetto ai piccoli alberi a causa delle aree radicali più grandi (sebbene tutti gli alberi ai bordi dei corsi d’acqua infetti alla fine soccombono). Tuttavia, i grandi alberi possono spesso convivere con le infezioni per una durata più lunga (fino a diversi anni).




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.