Mappa Geografica del Paraguay

Mappa Geografica del Paraguay

Il Paraguay è uno Stato dell’America meridionale con una superficie totale di 406.752 km² ed una popolazione di 6.996.245 abitanti.
La capitale del Paraguay è Asunción, che ufficialmente è La Muy Noble y Leal Ciudad de Nuestra Señora Santa María de la Asunción (La Molto Nobile e Leale Città di Nostra Signora Santa Maria dell’Assunzione), con 524.190 abitanti al 2017
Il Paraguay confina a nord con la Bolivia, a est con il Brasile e a sud e ovest con l’Argentina ed è uno stato senza sbocco al mare.

Geografia –
Il Paraguay è caratterizzato da un territorio attraversato dal fiume Paraguay che lo divide in due regioni geografiche distinte, la regione orientale, ufficialmente chiamata Paraguay Oriental, chiamata anche regione del Paraná, e la regione occidentale il cui nome ufficiale è Paraguay Occidental, chiamata anche regione del Chaco.
La regione orientale è caratterizzata da pianure ma vi si trovano anche montagne elevate, soprattutto al confine con il Brasile, il Chaco invece è un’ampia piana che comprende oltre il 60% del territorio dello Stato. Il Paraguay non è bagnato dal mare.
I due fiumi principali del paese sono il Paraguay e il Paraná che con i loro affluenti definiscono i confini dello Stato e rappresentano le principali vie di comunicazione. Gran parte delle città del Paraguay, compresa la capitale, sorgono sulle rive di fiumi ed hanno importanti porti fluviali.

Clima –
Il clima del Paraguay è subtropicale e umido nella regione orientale nella quale abbondano le precipitazioni che però sono distribuite lungo tutto l’anno, il Chaco ha invece un clima tropicale con una stagione arida e una piovosa.
In Paraguay il clima si presenta con un inverno molto mite da metà maggio a metà agosto (secco al nord-ovest e piovoso al sud-est), ed una lunga estate molto calda, da novembre a marzo, con possibili temporali e acquazzoni pomeridiani ovunque. Comunque, il Paese è esposto a masse d’aria diverse, e dunque a rapide variazioni di temperatura.
Trovandosi nell’emisfero meridionale, il Paraguay ha le stagioni invertite rispetto all’Europa.
La parte nord-occidentale del Paese è poco popolata ed è occupata dal Chaco Boreale, vale a dire la porzione settentrionale del Gran Chaco, una pianura dove domina la savana e che si estende anche nei vicini Brasile, Argentina e Bolivia, mentre la zona centro-orientale è più umida e spesso paludosa.
Le piogge aumentano procedendo dal nord-ovest (il Gran Chaco è la zona più arida, dove si scende sotto i 1.000 millimetri all’anno) al sud-est (la zona più umida è quella del fiume Paranà, occupata da una foresta, e dove ci si avvicina ai 2.000 millimetri).
Le differenze principali nelle piogge si trovano in inverno, che è secco nel Chaco, mentre nella parte sud-orientale del Paese è piovoso; dunque nel sud-est essendo piovoso anche l’inverno non vi è una stagione secca. Durante l’inverno infatti la parte orientale e meridionale del Paese può essere interessata da perturbazioni, che in genere risparmiano il nord. Anche le stagioni intermedie sono piovose. Le piogge nei paesi dal clima tropicale o sub-tropicale sono comunque irregolari: possono benissimo passare intere settimane senza piogge, e poi magari in alcuni giorni dei forti temporali possono rovesciare grandi quantità di acqua al suolo.
Anche se in inverno ha un clima mite, il Paraguay, soprattutto al sud, può essere interessato da irruzioni di aria fredda da maggio a settembre (il vento freddo che soffia dall’Argentina è detto pampero), che possono portare le temperature notturne intorno allo zero, ma qualche volta anche di qualche grado di al di sotto. In Paraguay comunque non si conosce il fenomeno della neve, e di giorno le temperature si fanno miti anche in queste circostanze.
Il Paraguay è esposto tutto l’anno anche alle masse d’aria calda, che possono portare caldo anche in pieno inverno, con punte sopra i 30 gradi. Durante l’estate invece il caldo è una costante, anche se in genere è torrido nel nord-ovest, con punte anche sopra i 40 gradi, e più umido (e dunque più fastidioso) nelle regioni orientali e meridionali.

Flora-
Il Paraguay possiede un vastissimo patrimonio animale e vegetale grazie, soprattutto, alla diversità di ambienti che lo caratterizzano: la foresta Amazzonica, il deserto, la regione del Chaco, tanto da essere conosciuto come “il giardino del mondo”. In particolare, la regione del Chaco è un paradiso, ricco di una flora e una fauna altamente diversificate.
Palme, caucciù e mogano caratterizzano l’area amazzonica, mentre i cactus sono caratteristici del Chaco.
La pianta emblema del Paraguay è il Lapacho, conosciuto anche come Tabebuia Impetiginosa
Inoltre gigli e orchidee caratterizzano il Paese, crescendo tra alberi vari tra i quali il “palo borracho”.

Fauna –
Tra la fauna tipica del Paraguay si possono ammirare i pappagalli giganti oltre a numerosi uccelli tropicali, molte razze di serpenti (tra cui boa e anaconda), alligatori, felini come giaguari e puma e i formichieri giganti.
Tra gli animali più caratteristici di questo paese ricordiamo l’armadillo, il formichiere e il capibara, il più grosso roditore esistente al mondo.
Per tutelare questo importante patrimonio il governo paraguayano ha istituito numerosi parchi nazionali.

Guido Bissanti

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *