Thermobia domestica

Thermobia domestica

Il pesciolino delle case (Thermobia domestica Packard, 1873) è un piccolo insetto appartenente alla famiglia dei Lepismatidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Sottoregno Eumetazoa,
Superphylum Protostomia,
Phylum Arthropoda,
Subphylum Tracheata,
Superclasse Hexapoda,
Classe Insecta,
Sottoclasse Apterygota,
Ordine Thysanura,
Sottordine Lepismida,
Famiglia Lepismatidae,
Genere Thermobia,
Specie T. domestica.
Sono sinonimi i seguenti termini:
– Lepisma furnorum Rovelli, 1884;
– Lepismodes inquilinus Newman, 1863;
– Thermobia domestica (Packard);
– Thermobia furnorum (Rovelli, 1884);
– Thermobia inquilina (Newman, 1863).

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il Pesciolino delle case è un piccolo insetto attero che predilige ambienti chiusi, caldi e umidi e può essere ritrovato negli ambienti domestici o, più frequentemente, nelle panetterie, in genere presso fonti di calore come i forni.
Sono distribuiti in quasi tutte le parti del mondo e si trovano normalmente all’aperto sotto rocce, lettiere di foglie e in ambienti simili, ma si trovano spesso anche al chiuso dove sono considerati parassiti.

Morfologia –
La Thermobia domestica è un insetto attero con un corpo allungato (1 – 1,6 cm) e appiattito in senso dorso-ventrale, con maggiore larghezza in corrispondenza del torace. Il tegumento mostra una pigmentazione maculata per la presenza di squame brune. Come tutti i Tisanuri, è primitivamente attero.
Le antenne sono lunghe e filiformi e l’addome termina con due lunghi cerci filiformi e con l’undicesimo urite, o telson, anch’esso lungo e filiforme. Rispetto ai pesciolini d’argento antenne e cerci sono marcatamente più lunghi: le antenne sono lunghe circa il doppio del resto del corpo e i cerci approssimativamente lunghi quanto il corpo, fatta esclusione per il telson.
Le neanidi sono morfologicamente simili agli adulti ma di minori dimensioni.
È alquanto simile ai più noti pesciolini d’argento (Lepisma saccharina), rispetto ai quali ha dimensioni leggermente maggiori.

Attitudine e Ciclo biologico –
Le femmine di questo insetto, raggiunta l’età di 1,5 – 4,5 mesi, iniziano a deporre le uova quando la temperatura raggiunge (32-41 °C); la deposizione avviene all’interno di fessure. Possono deporre un centinaio di uova e complessivamente durante la loro vita, di circa 3-5 anni, fino a 6000 uova.
Dopo l’incubazione, che dura 12-13 giorni, le ninfe si schiudono. Possono raggiungere la maturità in appena 2-4 mesi, potendo avere così diverse generazioni ogni anno.

Ruolo Ecologico –
Il pesciolino delle case è un insetto con abitudini notturne; è lucivago e commensale dell’uomo associato agli ambienti domestici.
Le popolazioni di questo insetto non raggiungono mai rilevanti quantità, in quanto composte da piccole comunità di pochi individui e nella generalità dei casi non costituiscono fattori di danno. Eventuali infestazioni possono essere combattute con i comuni insetticidi a base di piretroidi di sintesi disponibili in commercio per usi civili ma le condizioni migliori sono quelle in cui si procede alla pulizia periodica degli angoli e degli anfratti dei locali e delle case e alla rimozione e pulizia periodica di oggetti (libri, suppellettili, ecc.) in cui si annidano.
Anche se non causano gravi danni possono comunque contaminare il cibo, danneggiare la carta e macchiare gli indumenti.
La Thermobia domestica si nutre di un’ampia varietà di carboidrati e amidi che sono anche fonti proteiche come cibo per cani, farina e rilegature.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Russo G., 1976. Entomologia Agraria. Parte Speciale. Liguori Editore, Napoli.
– Pollini A., 2002. Manuale di entomologia applicata. Edagricole, Bologna.
– Tremblay E., 1997. Entomologia applicata. Liguori Editore, Napoli.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *