Sylvia undata

Sylvia undata

La magnanina comune (Sylvia undata Boddaert, 1783) è un uccello appartenente alla famiglia dei Sylviidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Phylum Chordata,
Classe Aves,
Sottoclasse Neornithes,
Superordine Neognathae,
Ordine Passeriformes,
Sottordine Oscines,
Infraordine Passerida,
Superfamiglia Sylvioidea,
Famiglia Sylviidae,
Genere Sylvia,
Specie S. undata.
È sinonimo il termine:
– Curruca undata (Boddaert, 1783).
All’interno di questa specie si riconoscono le seguenti sottospecie:
– Sylvia undata undata;
– Sylvia undata toni;
– Sylvia undata dartfordiensis;
– Sylvia undata naevalbens;
– Sylvia undata aremorica.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Magnanina comune è un uccello che abita un areale compreso tra l’Europa e l’Africa del nord.
In Italia è nidificante al di sotto della latitudine della Pianura Padana.
Il suo habitat è quello della macchia mediterranea sempreverde costiera ed interna, tra fitti cespugli e sterpaglie spinose, brughiere, dove è più diffusa fino a 500 m di altitudine.

Descrizione –
Sylvia undata è un uccello della lunghezza di 12,5-13 cm caratterizzato dalla coda molto lunga che tiene quasi sempre sollevata e dal piumaggio molto scuro (nel maschio è rosso mattone sul petto).
La livrea è in generale molto scura con anello palpebrale rosso e con iride rosso-arancio.
La testa è di colore grigio-ardesia che sulla nuca diventa bruno scuro.
Le parti inferiori sono rosso-bruno scuro con ventre biancastro; gola sottilmente striata di bianco in autunno; coda bruno-scura.
Le femmine e gli esemplari più giovani sono più chiari, di solito con toni brunastri.

Biologia –
La Magnanina comune nidifica a primavera inoltra ed oltre (tra fine marzo e metà luglio) e depone 3-5 uova.
Questo uccello costruisce il nido, piccolo e ben curato, nel folto dei cespugli a poca distanza dal suolo.
Può fare una sola covata annua ma più frequentemente due e l’incubazione dura circa 12-14 giorni.
La schiusa delle uova è generalmente asincrona.
I piccoli sono pronti all’involo dopo 12-14 giorni dalla schiusa.

Ruolo Ecologico –
Sylvia undata è un uccello che si nutre d’insetti e ragni e nel periodo autunnale anche di more di gelso e di rovo.
Nella nostra penisola è nidificante, migratrice regolare e svernante. I movimenti migratori avvengono tra ottobre e novembre e tra metà marzo e maggio.
Per quanto riguarda l’areale di nidificazione questo è limitato a Ovest dall’Oceano Atlantico, dall’Inghilterra meridionale fino allo Stretto di Gibilterra e si estende verso Est, raggiungendo l’Italia meridionale. Alcuni uccelli raggiungono l’Africa nord-occidentale, principalmente Algeria e Marocco. Occupa le coste italiane dalla Liguria all’Abruzzo, l’Arcipelago Toscano e le grandi isole.
La popolazione italiana nidificante è stimata in 10.000-30.000 coppie.
Secondo la IUCN è verosimile attribuire alla specie presente in Italia, un declino almeno del 30% in tre generazioni causato principalmente dalla continua sottrazione di habitat idoneo nelle aree costiere. La specie in Italia viene pertanto classificata Vulnerabile (VU) secondo il criterio A2. In Europa, la specie ha subito nel passato un marcato declino e sebbene attualmente sembra essersi arrestato o comunque ridotto, la specie non si è ancora ripresa (BirdLife International 2004). Per tali ragioni, è difficilmente ipotizzabile immigrazione da fuori regioni e la classificazione della popolazione italiana rimane pertanto invariata. Indagini più specifiche si rendono assolutamente necessarie al fine di indagare con maggiore dettaglio lo stato della specie in Italia.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– C.Battisti, D. Taffon, F. Giucca, 2008. Atlante degli uccelli nidificanti, Gangemi Editore, Roma.
– L. Svensson, K.Mullarney, D. Zetterstrom, 1999. Guida agli uccelli d’Europa, Nord Africa e Vicino Oriente, Harper Collins Editore, Regno Unito.

Link per acquistare su Amazon



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *