Hedeoma pulegioides

Hedeoma pulegioides

La mentuccia americana (Hedeoma pulegioides (L.) Pers.) è una specie erbacea appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Sottoregno Tracheobionta,
Superdivisione Spermatophyta,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Sottoclasse Asteridae,
Ordine Lamiales,
Famiglia Lamiaceae,
Sottofamiglia Nepetoideae,
Tribù Mentheae,
Sottotribù Menthinae,
Genere Hedeoma,
Specie H. pulegioides.
Sono sinonimi i seguenti termini:
– Cunila pulegioides L.;
– Melissa pulegioides (L.) L.;
– Ziziphora pulegioides (L.) Desf..

Etimologia –
Il termine Hedeoma proviene dalle parole greche ἡδύς (hedys), che significa “dolce”, e ὀσμή (osme), che significa “odore”, per il profumo delle foglie.
L’epiteto specifico pulegioides è in riferimento al genere Pulegium (da puleium puleggio, menta romana (in Cicerone, Seneca et al.), termine che fu dato alla mentuccia europea da Plinio il Vecchio nel I secolo d.C., per il suo uso nel respingere le pulci (pulex, plurale pulices) quando era sparsa sui pavimenti, e dal greco εἶδος eídos sembianza: simile a un Pulegium.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’Hedeoma pulegioides è una specie originaria del Nord America orientale, dalla Nuova Scozia e dall’Ontario meridionale a ovest fino al Minnesota e al Sud Dakota, e dal sud alla Georgia settentrionale e all’Arkansas.
Il suo habitat è quello dei suoli asciutti dei boschi e dei campi aperti.

Descrizione –
L’ Hedeoma pulegioides è una pianta erbacea annuale a crescita bassa, fortemente aromatica, alta da 15 a 30 cm.
Il fusto è slanciato, eretto e molto ramificato, alquanto peloso e squadrato.
Le foglie sono piccole, sottili e piuttosto strette, con un forte odore di menta e un sapore pungente.
I fiori sono azzurri, monoici, prodotti in piccoli grappoli.
L’antesi è tra metà a fine estate.

Coltivazione –
L’Hedeoma pulegioides è una pianta annuale che viene raccolto alla stato naturale per uso locale come alimento, medicina e fonte di materiali.
Questa pianta predilige una posizione soleggiata in un terreno con pH tendente all’acido, ben drenato o tendente al sabbioso, con fertilità da bassa a moderata, in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata.
Questa pianta, per il suo portamento e per il suo fogliame aromatico si presta ad essere coltivata in vasi o contenitori.
La propagazione può avvenire per semina che va fatta in situ in primavera o in autunno.

Usi e Tradizioni –
L’ Hedeoma pulegioides, all’inizio del XX secolo, veniva utilizzata “nella medicina popolare, sotto forma di infuso caldo, per favorire la traspirazione e come emmenagogo.
In caso di ingestione, uno dei suoi componenti, il pulegone, viene metabolizzato in composti epatotossici che a seconda il dosaggio possono portare a insufficienza del fegato, convulsioni e morte.
Infatti, in grandi quantità, questa pianta, soprattutto sotto forma di olio essenziale, può essere tossica se assunta internamente; inoltre il contatto della pelle con l’olio essenziale puro può causare dermatiti.
Nel diciannovesimo questa pianta, insieme ad altre, era raccomandata per il controllo delle pulci.
Questa pianta ha, comunque, una lunga storia di uso medicinale da parte di varie tribù indiane native del Nord America ed è diventata un rimedio popolare tradizionale nel Nord America.
Viene utilizzata principalmente nel trattamento di disturbi digestivi, raffreddori, pertosse, mestruazioni dolorose e come aiuto durante il parto.
Dalle foglie e dai gambi fioriti si può ricavare un tè che è carminativo, rubefacente e stimolante.
Questo viene usato per curare il raffreddore perché favorisce la traspirazione.
Un tè mescolato con lievito di birra può indurre un aborto.
L’olio essenziale viene distillato dalle piante quando sono in fiore ed utilizzato in medicina allo stesso modo delle foglie.
Come detto prima si consiglia cautela poiché l’olio essenziale puro è molto tossico e l’ingestione può essere letale mentre il contatto con la pelle può causare dermatiti.
Tra gli altri usi si ricorda che l’olio essenziale viene utilizzato come ingrediente in repellenti per insetti commerciali e prodotti per la pulizia.
Anche la pianta viene usata come repellente per insetti e quando viene strofinato sul corpo, si dice che respinga le zecche.

Modalità di Preparazione –
La mentuccia americana va raccolta durante la fioritura e può essere utilizzate fresca o essiccata.
Le foglie hanno un aroma e un sapore di menta molto forte e con esse si può preparare un tè rinfrescante che favorisce una buona digestione, oppure possono essere usate come aromatizzanti culinari.
L’olio essenziale della pianta viene utilizzato dall’industria alimentare come aromatizzante in bevande, gelati, prodotti da forno, ecc.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *