Come si riproduce la Cannella

Come si riproduce la Cannella

La cannella o cinnamomo (Cinnamomum verum J.Presl) è un albero sempreverde della famiglia delle Lauracee. Questa pianta è originaria dello Sri Lanka e dalla stessa si ricava l’omonima spezia.
Tuttavia col termine cannella vengono chiamate ugualmente anche altre piante, tra le come la cannella cinese (Cinnamomum cassia (L.) J.Presl) ed altre ancora.
La cannella è un albero sempreverde è coltivata in tutta l’Asia tropicale.
La pianta della cannella, essendo originarie della zona tropicale, predilige un ambiente ove la temperatura si mantenga costantemente elevata e l’umidità sia sempre presente.
La propagazione della pianta di cannella si può ottenere sia per seme, per talea e per divisione dei cespi.
Al di fuori delle aree tropicali, la coltivazione della cannella è possibile in ambienti con climi controllati, come quello casalingo, quindi in vaso, conservando le piante in appartamento nel corso dei primi anni di vita e, in seguito, una volta sviluppatesi, vengono collocate in serra fredda nel corso dei mesi invernali.
In Italia, ovviamente, la coltivazione della cannella è praticata in vaso e le piante per i primi anni vengono tenute al chiuso, una volta poi che sono diventate più grandi e resistenti possono stare meglio all’aperto (importante però proteggerle nei mesi invernali).
Ricordiamoci che se coltivata in ambiente idoneo la cannella diventa un albero che raggiunge l’altezza di alcuni metri; nel caso si scelga di coltivarlo esclusivamente in vaso si può fare in modo che mantenga un’altezza più contenuta.

Propagazione –
In generale la propagazione per seme è quella, senza dubbio, maggiormente efficace, in quanto permette ai semi di germinare in modo estremamente veloce. In questo caso il periodo di semina è quello della stagione primaverile.
Per operare la semina si consiglia di munirsi di un vaso molto piccolo o un semenzaio in cui va inserito del terriccio in cui immettere i semi; è importante che questi siano prelevati a maturità. Si tenga presente, infatti, che i semi della cannella possono essere raccolti quando maturano e poi ripiantati dando origine alla nascita di un nuovo albero.
Come detto il periodo ottimale è quello della primavera.
Si consiglia di posizionare il contenitore in un luogo asciutto, in zona ombreggiata ma con abbastanza luce.
Trascorsi circa quattro mesi, le piantine vanno messe in piena terra, all’aria aperta, o in un vaso più grande in modo che l’albero possa crescere e svilupparsi al meglio.
Ricordiamoci che l’albero di cannella non ama la luce diretta del sole ma per crescere deve essere in zona luminosa.
Nella coltivazione in vaso la pianta deve rimanere in un luogo caldo e non devono essere innaffiata eccessivamente per evitare che le radici marciscano.
Per i dettagli della tecnica di coltivazione si rimanda alla seguente scheda.

Acquisto suggerito





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.