Come si propaga la Borragine

Come si propaga la Borragine

La borragine (Borago officinalis L.) è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Boraginaceae, originaria del bacino del Mediterraneo, da cui è stata introdotta per la coltivazione in numerosi paesi eurasiatici e americani.
In Italia si trova ovunque, spontanea o naturalizzata, dalla pianura fino a 1.000 m di altitudine.
La pianta può essere propagata per seme a partire dalla raccolta di piante spontanee.
I semi necessari alla semina dell’anno successivo vanno raccolti quando la pianta è in piena fioritura e, dopo la raccolta, si conservano in un luogo asciutto fino al momento della semina.
A tal proposito si ricorda che la borragine fiorisce da maggio a settembre e i semi maturano da luglio a ottobre.

Propagazione –
La borragine si semina nel periodo della primavera su terreno fertile e sabbioso; la semina può essere effettuata sia in pieno campo che in grandi vasi. Il ciclo di questa pianta è abbastanza breve e si dissemina spontaneamente rinascendo ogni anno o anche nella stessa estate.
Nelle regioni con clima mite è possibile seminarla anche nel tardo autunno. Se il clima è mite i semi dotati di alta capacità di germinazione daranno vita a nuove piante in pochissimo tempo.
Se si vuole coltivare in luogo chiuso, la semina in vaso della borragine può essere effettuata alla fine dell’inverno ponendo i semi a circa 1 cm di profondità. Il vaso o semenzaio va posto in un luogo caldo con temperature minime al di sopra dei 10 ° C e per tutto il tempo necessario alla germinazione il terriccio, fresco e fertile, va mantenuto costantemente umido.
La semina in piena terra si effettua ponendo i semi sempre ad 1 cm di profondità distanti circa 20 cm sulla fila e 60 cm tra le file.
Per i dettagli della tecnica di coltivazione si rimanda alla seguente scheda.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *