Catina

Catina

La catina, il cui nome alternativo è: β-idrossianfetamina è un alcaloide con formula bruta o molecolare C9H13NO.
La catina è un’anfetamina che si differenzia da questa per la presenza di un gruppo idrossido.
La catina è un alcaloide presente nelle foglie di qāt.
Il qāt (Catha edulis (Vahl) Forssk. ex Endl.) è una pianta della famiglia delle Celastraceae originaria delle regioni orientali dell’Africa (Etiopia), ma assai diffusa nella penisola Arabica.
Le foglie di questa pianta contengono vari composti, tra cui la catina, dall’azione stimolante, che causa stati di eccitazione e di euforia, e che provoca forme di dipendenza. Nel 1980 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato il qāt tra le droghe. La sua coltivazione e il suo uso sono molto diffusi nel territorio dello Yemen
Il qāt qāt è usato principalmente per essere masticata.

Le foglie giovani fresche, e talvolta le punte dei germogli teneri, vengono masticate per i loro effetti stimolanti e leggermente inebrianti.
La masticazione del qāt è un’abitudine secolare nelle zone rurali per alleviare la fatica durante il lavoro sul campo o per animare riunioni religiose e familiari.

Avvertenza: le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *