Quando si pota il Bergamotto

Quando si pota il Bergamotto

Il bergamotto (Citrus × bergamia, (Risso & Poit.) è un agrume appartenente alla famiglia delle Rutaceae ed il cui nome deriva dal turco bey armudu, che significa “pero del signore”.
Come per gli altri agrumi anche il bergamotto no va potato drasticamente o eccessivamente, ma esclusivamente per eliminare i rami secchi, spezzati, danneggiati, che si incrociano tra loro e che tolgono energia alla pianta.
Inoltre anche il bergamotto ha la tendenza ha produrre succhioni e polloni che vanno prontamente eliminati per non sottrarre elaborati fondamentali per la buona produzione della pianta. Infatti per la loro vigoria, soprattutto i succhioni, prendono il sopravvento sugli altri, sottraendo energia alla pianta.

Epoca di potatura –
Il periodo ottimale per potare il bergamotto cade tra la primavera all’estate. Non va invece potato in autunno o inverno, periodo in cui questa pianta è in fase vegetativa. La potatura del bergamotto va effettuata tra una fioritura e l’altra. Gli interventi che, come detto, non devono essere eccessivi, si possono effettuare, escludendo i mesi autunnali e invernali, in qualsiasi momento, fino a luglio.
Tra l’altro il bergamotto è coltivato in un areale molto ristretto che va dalla zona di Roccella Jonica e Gioiosa Jonica e nei dintorni di Brancaleone, Bruzzano Zeffirio, Capo Spartivento (Bova e Melito Porto Salvo) e in gran parte delle località del Basso Ionio-Reggino.
Questo significa che non ci sono oscillazioni del periodo di potatura in quanto il microclima di coltivazione è molto simile; tra l’altro la promozione di questa coltivazione è curata dal Consorzio del bergamotto di Reggio Calabria che riunisce oggi la maggior parte dei produttori e si occupa di promozione, tutela e valorizzazione del bergamotto di Calabria.
Per i dettagli della tecnica di potatura si rimanda alla seguente scheda.

Varietà di Bergamotto –
Del bergamotto si coltivano tre varietà:
– Femminello, a rami esili e frutti lisci;
– Castagnaro, più vigoroso, con frutti meno sferici, un po’ rugosi;
– Fantastico (circa il 75% della produzione riguarda questa varietà).

Produzioni –
L’olio essenziale di bergamotto è indispensabile nell’industria profumiera dove viene utilizzato non solo per fissare il bouquet aromatico dei profumi, ma anche per armonizzare le altre essenze contenute esaltando le note di freschezza e fragranza. L’essenza è anche usata nell’industria farmaceutica (per il suo potere antisettico e antibatterico, in odontoiatria, ginecologia, ecc.) e nell’industria alimentare e dolciaria come aromatizzante di liquori, dolci e bevande. Nel 2001 ha ottenuto il riconoscimento DOP.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.