Quando si pota il Melo

Quando si pota il Melo

Il melo (Malus domestica Borkh., 1803) è una pianta da frutto della famiglia delle Rosacee.
Si tratta di una pianta, che con tutte le sue cultivar, è tra le più coltivate.
Il melo presenta gemme a legno e miste portate da diversi rami fruttiferi, cioè da dardi, lamburde, brindilli e rami misti.
Inoltre è una pianta con autoincompatibilità gametofitica nel gruppo della cultivar, ma i gruppi pomologici sono tra loro intercompatibili, perciò sono necessarie più cv per un impianto.
Il melo è una pianta resistente al freddo (fino a -25°C, con qualche eccezione), per la sensibilità alle gelate tardive dipende dall’epoca di fioritura, e sopporta bene il calcare se il terreno è ben drenato e si adatta a vari terreni.
Prima di addentrarci nel periodo ottimale per la potatura va sottolineato che esistono diverse forme di allevamento e quindi di potatura; le forme oggi prevalenti sono la palmetta e il fusetto.

Epoca di potatura del melo –
In generale si può affermare che, anche in funzione della forma di allevamento, non tutte le piante hanno bisogno della potatura e di stessi criteri. La potatura se viene effettuata in maniera eccessiva o prematura può danneggiare la pianta. inoltre è possibile affermare che non vi è un periodo specifico per svolgere questa operazione, visto che è relativa alle capacità produttive della stessa pianta.
In ogni caso la potatura deve avvenire in due diverse fasi, la prima tesa ad eliminare i rami secchi e superflui, la seconda necessaria per il taglio dei rametti che sono situati all’interno della pianta.
Comunque sia, il periodo ideale di potatura del melo è quello in cui la pianta è a riposo vegetativo, prima che cominci a germogliare; quindi in un periodo che va da fine novembre a fine febbraio o primi di marzo. Ovviamente questo ampio arco di tempo è determinato da fattori climatici, quindi la zona deve viene coltivato il melo, e dalla cultivar.
In generale nelle zone in cui fa molto freddo e le temperature scendono anche al di sotto dello zero si sconsiglia di potare i rami perché il gelo potrebbe arrecare dei danni alla pianta sottoposta a tagli freschi. In questi casi è opportuno che le temperature aumentino prima di effettuare la potatura, motivo per il quale si deve attendere la fine dell’inverno o la fine di febbraio, fino a poter arrivare ai primi di marzo.
Nei grandi impianti ovviamente si inizia con un po’ di anticipo per prevenire la schiusa delle gemme.
Nel periodo estivo si interviene invece per la cosiddetta potatura di produzione. Con questa tecnica vanno eseguiti interventi di potatura verde che riguarda la rimozione di polloni e succhioni. Rientra negli interventi di potatura estiva il diradamento dei fruttini, necessaria per ottenere una migliore qualità e pezzatura dei frutti.

Cultivar di Melo –
Le cultivar di melo sono innumerevoli e molte di queste, purtroppo, relegate ad antiche varietà in pericolo di estinzione.
In particolare si hanno:
– Gruppo Gala: Sansa, Gala schnizer, Prime red, Summerfree
– Guppo Red Delicius: Early red one, Red chief, Scarlet spur
– Guppo Golden: Golden delicious cl b, Smoothee, Tentation
– Guppo Jonagold: Novajo, Renetta del Canada, Querina
– Guppo Stayman: Staymared, Superstayman, Stayman winesap Lb 781
– Guppo Fuji: Fuji kiku 8, Fuji naga-fu 12
– Altre: Imperatore Dallago, Granny Smith, Annurca, Pink Lady.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.