Parco nazionale del lago Crater

Parco nazionale del lago Crater

Il Parco nazionale del lago Crater, identificato dal Codice WDPA 555566960, è un’area naturale protetta degli Stati Uniti situata nello Stato dell’Oregon.
Il Parco nazionale del lago Crater prende il nome dal lago Crater, sito in una caldera formatasi dall’esplosione del Monte Mazama.
Il Parco, la cui superficie a terra è di 781,17 km² è stato istituito il 22 Maggio 1902.
La maggior parte del Monte Mazama è crollata a seguito di un’importante eruzione circa 7.700 anni fa. Il vulcano si trova nella contea di Klamath, a 97 km a nord del confine tra Oregon e California. Il suo crollo ha formato una caldera che contiene appunto il lago Crater.
La montagna si trova nel Parco nazionale del lago Crater.
Il monte Mazama originariamente aveva un’altezza di 3.700 m, ma in seguito alla sua eruzione questa fu ridotta a 2.486 m.
Il lago Crater è profondo 592 m, il corpo d’acqua dolce più profondo degli Stati Uniti e il secondo più profondo del Nord America dopo il Great Slave Lake in Canada. L’esatto livello dell’acqua in realtà cambia di anno in anno essendo il volume d’acqua soggetto di variazioni dovute alle nevicate e all’evaporazione; in epoca storica il livello massimo è stato raggiunto nel 1975 a 1883 metri s.l.m. mentre il più basso è stato nel 1942 quando la superficie arrivava a 1870 metri s.l.m. Il livello medio è di circa 1881 m s.l.m.
Inoltre, data l’origine nevosa dell’acqua il lago è uno dei più limpidi al mondo. Il lago Crater ha un diametro di circa 8 km e una superficie di circa 53,40 km² e le sue rive sono circondate da pareti di roccia che arrivano a 600 metri sopra la superficie.
All’interno del lago vi è un piccolo isolotto vulcanico, l’Isola Wizard, che arriva ad un’altezza massima di 230 metri sopra la superficie del lago.

Flora –
Nel Parco nazionale del lago Crater sono state censite 680 diverse specie di piante di cui 4 rare o in pericolo e 49 che non sono native del luogo.
Intorno al pittoresco lago, di colore blu intenso, ci sono oltre 180.000 acri di foreste, prati, zone umide e campi di pomice. Insieme, questi creano la vegetazione del Parco nazionale che sale dai 1216 a 2720 metri. Il parco supporta, come detto 680 diverse specie, di piante che prosperano, nonostante una breve stagione di crescita e la sfida di sopravvivere in terreni derivati da pomice porosa e cenere vulcanica.
In questo Parco crescono fiori di campo che formano delle delicate macchie di colore nelle quote più elevate, mentre in quelle più basse crescono abbondantemente lungo fiumi, torrenti e colline. Gli alberi più alti si trovano lungo il confine del parco, mentre gli alberi più vecchi abbracciano il bordo della caldera. Le specie vegetali rare di interesse per la conservazione sono protette all’interno dell’area.
L’introduzione e la diffusione di specie vegetali invasive è una minaccia continua per la biodiversità del Parco. Attraverso la rivegetazione e la gestione delle specie invasive, i botanici del parco stanno riportando le aree disturbate alla loro condizione naturale.

Fauna –
Per quanto riguarda gli animali vi sono 74 specie di mammiferi, 158 di uccelli, 13 specie di anfibi, 7 di rettili e 5 specie di pesci di cui solo una nativa.
Nel lago sono state identificate 157 specie di fitoplancton e 12 di zooplancton e questa bassa diversità dipende dal basso livello di azoto presente nel lago.
Ci sono anche colonie di batteri sul fondo vicino alle ultime due sorgenti idrotermali presenti nel lago.
Mammiferi, uccelli e insetti costituiscono, comunque, la maggior parte degli animali che vivono nel parco. Le specie ittiche native e alcune invasive occupano molti dei torrenti. Gli anfibi vivono nelle terre umide, nei ruscelli, negli stagni e lungo la riva del lago Crater. Alcune specie di rettili prosperano sull’Isola Wizard e in habitat aridi.
Gli animali più comuni osservati intorno a Rim Drive, che è un’autostrada panoramica nel Parco nazionale del lago Crater, sono gli scoiattoli dal mantello dorato, le ghiandaie canadesi e un assortimento di farfalle e api. Gli avvistamenti di orsi neri sono più comuni in autunno e in tarda primavera, quando gli animali si stanno svegliando o si stanno preparando al letargo. Le tracce di martora americana, lepre con le racchette da neve e scoiattolo Douglas sono abbondanti nella neve invernale. Lo scioglimento della neve e il cambiamento delle temperature segnalano le migrazioni degli animali, l’ibernazione e il foraggiamento stagionale.
Mentre questi animali sono comunemente osservati lungo la Rim Drive e sentieri popolari, visitare altre aree potrebbe fornire migliori opportunità per godersi i panorami e i suoni di una più ampia varietà di fauna selvatica. Gli animali (anfibi, uccelli, invertebrati, mammiferi, rettili e pesci) possono essere più prominenti intorno ad alcuni dei paesaggi unici e meno visitati del Parco nazionale del lago Crater come Sphagnum Bog, Union Peak, Panhandle, Boundary Springs e Desert Creek Research Natural La zona.

Guido Bissanti

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *