Chimaphila umbellata

Chimaphila umbellata

La Pipsissewa (Chimaphila umbellata (L.) Barton) è una specie erbacea appartenente alla famiglia delle Ericaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Sottoregno Tracheobionta, Superdivisione Spermatophyta, Divisione Magnoliophyta, Classe Magnoliopsida, Sottoclasse Dilleniidae, Ordine Ericales, Famiglia Ericaceae e quindi al Genere Chimaphila ed alla Specie C. umbellata.
All’interno di questa specie vengono riconosciute quattro sottospecie :
– Chimaphila umbellata subsp. umbellata – presente in Europa ed Asia;
– Chimaphila umbellata subsp. acuta – presente nel Nord America sudoccidentale;
– Chimaphila umbellata subsp. cisatlantica – che cresce nell’area nord-est del Nord America;
– Chimaphila umbellata subsp. occidentalis – presente nel Nord America nordoccidentale.

Etimologia –
Il termine Chimaphila proviene dal greco χεῖμα cheima tempo invernale e da φίλος philos amico, amante: perché queste pianticelle rimangono verdi anche in inverno.
L’epiteto specifico umbellata viene da umbella ombrellino, parasole: con infiorescenze a ombrella oppure per il portamento a forma d’ombrello.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Pipsissewa è una piccola pianta da fiore perenne originaria di tutto l’ emisfero settentrionale temperato freddo dell’America del nord.
È ampiamente distribuita da Terranova all’Alaska meridionale, in California e Messico, e ad est nel Nuovo Messico, Colorado e Sud Dakota. Si trova anche negli Stati Uniti orientali dal Maine a sud nelle montagne in Georgia e ad ovest nel Minnesota.
Il suo habitat di crescita è quello dei boschi aridi o su terreni sabbiosi.
Cresce nel sottobosco in boschi di conifere e misti con numerose specie arboree dai 300 m fino ai 3.500 m s.l.m..

Descrizione –
La Chimaphila umbellata è una pianta che cresce da 10 a 35 cm di altezza.
Le foglie sono sempreverdi, lucide, di colore verde brillante, dentate disposte in coppie opposte o vortici di 3-4 lungo il fusto; hanno un margine leggermente dentato, dove i denti hanno peli fini alle estremità.
I fiori sono di colore bianco o rosa, prodotti in una piccola ombrella dove ne sono presenti 4-8 insieme.

Coltivazione –
La Pipsissewa è una pianta spontanea che produce lunghi rizomi che normalmente crescono ad un ritmo veloce.
Questa pianta cresce in un’ampia varietà di terreni e umidità del suolo regimi. La sua presenza diminuisce con l’aumento dell’altitudine e delle precipitazioni e aumenta con la continentalità.

Usi e Tradizioni –
La Chimaphila umbellata è una pianta utilizzata in alcune medicine tradizionali dei popoli dell’America del nord.
Alcune tribù indiane degli altopiani la usavano per curare la tubercolosi.
Il guaritore popolare degli Appalachi del ventesimo secolo Clarence “Catfish” Grey, “L’uomo dei boschi”, attribuì alla pipsissewa la cura dei suoi problemi cardiaci e lo incluse nei suoi 15 “amari” curativi alle erbe.
Questa pianta è utilizzata, inoltre, come aromatizzante in caramelle e bibite, in particolare per la Root beer.

Modalità di Preparazione –
Le radici e le foglie di Chimaphila umbellata possono essere bollite per creare una bevanda simile al tè.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *