Russula atroglauca

Russula atroglauca

La Russula atroglauca (Russula atroglauca Einhell., 1980) è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia delle Russulaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Fungi, Phylum Basidiomycota, Classe Agaricomycetes, Sottoclasse Incertae sedis, Ordine Russulales, Famiglia Russulaceae e quindi al Genere Russula ed alla Specie R. atro glauca.

Etimologia –
Il termine Russula è il diminutivo di rússa rossa: rosseggiante, anche se il cromatismo delle russule spesso ne contraddice il nome. L’epiteto specifico atroglauca proviene da “ater”= oscuro, e dal greco “glaucós”= glauco, azzurro, azzurro-verdognolo, grigio-azzurro, grigio-verdognolo, per il colore del cappello.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Russula atroglauca è un fungo che cresce sia sotto latifoglie, tra cui Pioppo tremulo (Populus tremula) e Betulla (Betula pendula) che sotto aghifoglie. È comunque prevalentemente una specie che cresce nelle foreste di alta quota sotto Betulla e Abete rosso.

Riconoscimento –
Questa specie si riconosce per il cappello di 2-8 cm di diametro, che è prima emisferico, poi appianato, più o meno depresso, con cuticola separabile fino alla metà del cappello, vellutata, con colore variabile da verde-chiaro a verde-scuro fino a colorazioni bluastre o blu nerastre.
Le lamelle sono fitte, leggermente ventricose, decorrenti, con colorazione crema ed ocra a maturità, con scarse lamellule.
Il gambo è di 3-6,5 cm, corto, cilindrico, attenuato alla base, duro, ma presto cedevole, di colore bianco, spesso con presenza di piccole macchie nella parte basale.
La carne è soda, di colore bianco e con odore di geranio e sapore inizialmente mite, poi leggermente acre.
Al microscopio si notano delle spore di 6,5-8,5(9) x 5-7 µm, di colore bianche o crema-chiaro in massa, verrucose.
I basidi sono di 30-40 x 8-10 µm.
I cistidi di 55-105 x 6-13 µm, fusiformi, spesso appendicolati.

Coltivazione –
La Russula atroglauca è un fungo non coltivato.

Usi e Tradizioni –
Questo fungo è una specie nordica di grosse dimensioni dove cresce nelle foreste di alta quota sotto Betulle e Abeti rossi; si riconosce abbastanza agevolmente per le colorazioni pileiche di colore verde muschio spesso con riflessi azzurri, verde nerastro al disco.
Anche se si tratta di un fungo commestibile è caratterizzato da un sapore un po’ acre.

Modalità di Preparazione –
La Russula atroglauca è un fungo edule ma si consiglia di consumarlo unicamente nel misto ed in proporzioni tali da non percepire in eccesso il suo sapore leggermente acre.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Cetto B., 2008. I funghi dal vero, Saturnia, Trento.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *