Egretta garzetta

Egretta garzetta

La garzetta (Egretta garzetta Linnaeus, 1766) è un uccello appartenente alla famiglia degli Ardeidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Sottoregno Eumetazoa,
Superphylum Deuterostomia,
Phylum Chordata,
Superclasse Tetrapoda,
Classe Aves,
Sottoclasse Neornithes,
Superordine Neognathae,
Ordine Pelecaniformes,
Famiglia Ardeidae,
Genere Egretta,
Specie E. garzetta.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La garzetta è un uccello migratore presente in quasi tutto il bacino del Mediterraneo, Africa, Asia meridionale, Australia e Indonesia.
È presente anche in Italia con popolazioni in parte migratrici e in parte stanziali. Quelle migratrici nidificano nella pianura padana e svernano in Africa, oppure sono popolazioni nidificanti in Europa centrale che svernano in Italia. Le popolazioni stanziali sono presenti soprattutto in Sicilia e lungo le coste meridionali.
Il suo habitat è quello degli ambienti acquitrinosi, canali, stagni e fiumi.

Descrizione –
L’ Egretta garzetta è un uccello con una lunghezza di 50-65 cm, un’apertura alare fino a 100 cm, per un peso di 400-600 gr, senza dimorfismo sessuale.
È simile ad un piccolo airone con un piumaggio interamente bianco, lungo becco di colore nero, come le zampe; la parte inferiore del piede è giallastra, ben visibile, da dietro, all’involo. L’iride è gialla.
In livrea nuziale questo uccello sviluppa alcune penne ornamentali molto lunghe sulla nuca, alla base del collo e sul mantello.
Emette un verso gracchiante e ripetuto.
In volo presenta la sagoma tipica degli Aironi con la testa retratta tra le spalle, il collo piegato a Z e le ali battute lentamente.

Biologia –
Il ciclo riproduttivo dell’ Egretta garzetta inizia con la fase di corteggiamento che si ha da fine marzo a fine aprile; questa specie generalmente silenziosa, nel periodo degli amori diventa molto loquace.
Questa specie nidifica in colonie (anche miste con altri uccelli della stessa famiglia) in boschetti, prevalentemente in ambienti acquitrinosi, costruendo grossi nidi fatti di rami secchi, su pioppi, salici, altri alberi ad alto fusto o anche grossi cespugli.
Giunta nel mese di aprile la femmina depone 3-5 uova di colore verde-bluastro che cova insieme al maschio per circa 3 settimane. Dopo un periodo di circa 25 giorni dalla schiusa delle uova, i piccoli abbandonano il nido e un paio di settimane dopo sono atti al volo.
Questa specie ha un’unica covata annua.

Ruolo Ecologico –
La garzetta è una specie che vive in ambienti acquitrinosi, canali, stagni e fiumi, dove si nutre di piccoli pesci, anfibi, rettili, crostacei, molluschi e insetti.
La preda viene catturata con colpi secchi del becco da un posatoio emerso o inseguendoli con i lunghi trampoli in acque basse.
Spesso la si può osservare in piccoli gruppi o insieme ad altri aironi.
Questa specie secondo la IUCN è al momento a minima preoccupazione anche se le principali minacce sono rappresentate dalle trasformazione dell’habitat di nidificazione e di alimentazione. Tra l’altro, in passato, veniva cacciata dall’uomo per impadronirsi delle lunghe penne scapolari usate a scopo ornamentale.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– C.Battisti, D. Taffon, F. Giucca, 2008. Atlante degli uccelli nidificanti, Gangemi Editore, Roma.
– L. Svensson, K.Mullarney, D. Zetterstrom, 1999. Guida agli uccelli d’Europa, Nord Africa e Vicino Oriente, Harper Collins Editore, Regno Unito.

Link per acquistare su Amazon



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *