Sorex alpinus

Sorex alpinus

Il toporagno alpino (Sorex alpinus Schinz, 1821) è un mammifero appartenente alla famiglia dei Soricidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Phylum Chordata,
Classe Mammalia,
Ordine Soricomorpha,
Famiglia Soricidae,
Genere Sorex,
Specie S. alpinus.
All’interno di questa specie vengono riconosciute tre sottospecie, delle quali, le ultime dubbie, da sottoporre a verifiche:
– Sorex alpinus alpinus;
– Sorex alpinus hercynicus;
– Sorex alpinus tatricus.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il toporagno alpino è attualmente diffuso sull’arco alpino, nei Balcani e nei Carpazi, oltre che con popolazioni isolate su Sudeti, Tatra, e Giura: le popolazioni dei Pirenei e dei monti Harz sono probabilmente estinte. In Italia la specie è diffusa lungo tutte le zone di confine e sulle Prealpi.
Il suo habitat è quello degli ambienti umidi a quote superiori ai 300 m: lo si trova nelle aree boscose ricche di rocce, ma a basse quote si rifugia nelle vallate in prossimità di corsi d’acqua, mentre ad alte quote predilige ambienti prativi, sempre ricchi di rocce ed anfratti.

Descrizione –
Il Sorex alpinus è un piccolo mammifero insettivoro con una lunghezza testa-corpo di 6,2-7,7 cm, lunghezza della coda di 6,2-7,5 cm, per un peso che oscilla tra 6 e 12 grammi.
Si riconosce per avere il dorso ed il ventre di colore uniformemente grigio-nerastro con pelo folto e dall’aspetto assai lucido.
Le zampe e la parte inferiore della coda, che è molto lunga, sono di colore bianco. Le punte dei denti sono di color rosso-bruno.

Biologia –
Nel toporagno alpino la stagione della riproduzione va dal mese di aprile a quello di settembre; periodo in cui la femmina da alla luce da due a tre nidiate. Il periodo di gravidanza dura da 13 a 20 giorni, al termine dei quali la femmina mette al mondo 6-8 piccoli; questi aprono gli occhi a partire dalla seconda settimana di vita e vengono svezzati attorno alle 3 settimane d’età.
La maturità sessuale degli individui viene raggiunta dopo 3-4 mesi.
La speranza di vita invece di questi animali in cattività è di circa un anno e mezzo.

Ruolo Ecologico –
Sorex alpinus è un animale con abitudini principalmente solitarie e catadrome, in quanto è attivo sia di giorno che di notte. È una specie che movimenti assai svelti e nervosi e si muove in continuazione fiutando l’aria, arrampicandosi e nuotando.
Per il suo rifugio tende a scavare gallerie che, spesso, può trovare nelle tane di altri piccoli mammiferi, che scaccia od uccide, raramente coabitandovi; comunque è solito costruire il proprio nido in un luogo riparato al di sopra del terreno, come tra le radici degli alberi od in luoghi simili.
Questo piccolo mammifero si nutre soprattutto di insetti e delle loro larve, che scova nel sottobosco e fra i muschi, oltre che di lumache e piccoli vertebrati; non è raro, inoltre, che si nutra di semi.
Secondo la IUCN, questo mammifero è minacciato da alcuni fattori come: deforestazione e la distruzione di piccoli corsi d’ acqua come ruscelli e piccoli fiumi che possono rappresentare fattori di minaccia (G. Amori in Spagnesi & Toso 1999). Altro fattore di minaccia è rappresentato dalla distruzione dell’habitat causata dal turismo (European Mammal Assessment Workshop, Illmitz, Luglio 2006).
Tra le misure di conservazione si ricorda che il Sorex alpinus è inserito nell’appendice III della Convenzione di Berna. Specie non cacciabile secondo la legge italiana 157/92. È necessario il monitoraggio delle popolazioni (European Mammal Assessment Workshop, Illmitz, Luglio 2006). Valutata Near Threatened dallo European Mammal Assessment (IUCN 2008).

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Gordon Corbet, Denys Ovenden, 2012. Guida dei mammiferi d’Europa. Franco Muzzio Editore.
– John Woodward, Kim Dennis-Bryan, 2018. La grande enciclopedia degli animali. Gribaudo Editore.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *