Olio essenziale di Elemi

Olio essenziale di Elemi

L’Elemi (Canarium luzonicum (Blume) A.Gray) è un albero tropicale, originario delle Filippine e delle Molucche, che raggiunge altezze fino a 30 metri e che produce una resina dal tronco.
Il Elemi, in lingua araba significa “sopra e sotto”, contrazione del modo di dire “come è sopra, tale è sotto”.
Infatti l’ Olio essenziale di Elemi ha un effetto unificante, aiuta ad equilibrare i “chakra” superiori ed inferiori, in modo molto simile a quello del Vetiver.
L’oleoresina di questa pianta si ricava, per incisione del tronco, ed ha un odore forte e pungente e, nonostante venga chiamata “gomma”, è fatta quasi interamente di resina e olio.
Questa oleoresina, soprattutto nei tempi più antichi, costituiva un’importante materia prima aromatica, impiegata perfino dagli Egizi nei processi di imbalsamazione.
Nel recente passato, invece, l’olio essenziale veniva utilizzato, con ottimi esiti, nel trattamento di ferite infette ed infiammazioni cutanee in genere.
L’ Olio essenziale di Elemi favorirebbe il giusto equilibrio tra le nostre pratiche spirituali e le responsabilità che abbiamo nel mondo.

Questo olio, oltre alle sue proprietà benefiche per la pelle matura o con rughe, in quanto la ringiovanisce, è efficace contro bronchiti, stati catarrali, tosse, esaurimento nervoso e stati associati a stress.
Inoltre si mescola bene con mirra, rosmarino, lavanda, salvia, cannella.
L’olio essenziale di Elemi può essere adoperato per vari trattamenti.
Per ferite di lieve entità si effettuano dei Lavaggi:
– in una ciotola di acqua di lavanda (idrolato) si mettono 1-2 gocce di essenza di Elemi e utilizzare per lavare la ferita.
Per mal di gola e tosse si effettuano dei suffumigi:
– si mettono 4 gocce di essenza di Elemi in un catino di acqua molto calda ed esporsi ai vapori con il capo coperto da un asciugamano.
Per il gonfiore alle gambe si effettuano dei massaggi:
– in un cucchiaio di olio vegetale si pongono 2-3 gocce di essenza di Elemi. Si massaggia la parte interessata fino a completo assorbimento.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *