South Devon

South Devon

La South Devon (Bos taurus Linnaeus, 1758) è una razza bovina originaria del sud-ovest dell’Inghilterra, per la produzione di carne.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus ed alla South Devon.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La South Devon è una delle poche razze britanniche ad essere state selezionate, originariamente, per lavoro e per la produzione di carne e latte. Le prime esportazioni in Australia furono di mucche per la produzione da latte e vennero trasportate su velieri. Altre grandi esportazioni avvennero tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, ma, col tempo, la razza perse la sua identità a causa dei continui incroci.
Le importazioni dalla Gran Bretagna avvennero nel 1969 e i primi animali di razza furono importati dalla Nuova Zelanda nel 1971. La razza è oggi presente nella maggior parte degli stati dell’Australia.
Negli Stati Uniti i primi capi di South Devons furono portati nel 1969, e nel 1974 fu fondata la North American South Devon Association allo scopo di sviluppare, registrare e promuovere la razza South Devon in quel Paese.

Origini e Storia –
Si ritiene che la razza bovina South Devon si sia evoluta a partire dai grandi bovini rossi della Normandia che furono importati in Inghilterra al tempo dell’invasione normanna. Questa razza si è formata nel sud-ovest dell’Inghilterra, nel South Hams, che è un distretto locale del Devon. Successivamente si diffuse attraverso il Devon e la Cornovaglia.
Prove storiche indicano che l’isolamento ha causato la differenziazione dei capi di Devon allevati al Nord e al Sud, in tipi fisicamente distinti, sebbene migrazioni occasionali tra le due razze si sia verificato fino alla metà del diciannovesimo secolo.
La razza Devon meridionale era stato fondato come una razza a se stante nel 1800. Con un mantello rosso chiaro, erano dei bovini potentemente costruiti per fornir latte ricco e buona carne, finemente granulata e marmorizzata.
Un’attenta selezione del bestiame ha migliorato notevolmente la razza. La South Devon Herd Book Society fu fondata nel 1891 quando fu riconosciuta dal governo come ente ufficiale, e i South Devon divennero una delle quattordici razze di bovini i cui libri genealogici risalgono alla seconda metà del diciannovesimo secolo.
Fino ai primi anni del ventesimo secolo la razza era considerata a duplice scopo, per la produzione di latte e carne bovina. Sebbene la maggior parte delle mandrie sia stata munta durante e subito dopo la seconda guerra mondiale, la tendenza è stata sempre più verso una razza per la produzione di carne.

Morfologia –
La South Devon si distingue dalla razza Devon per avere un mantello rosso più chiaro rispetto e corna dirette lateralmente e in basso.
Le femmine hanno una maturazione precoce e possono partorire a due anni. Una singola mucca può partorire ogni anno per un massimo di 15 anni, con una gestazione media di 286 giorni. La maggior parte delle nascite sono vitelli singoli, ma i gemelli si verificano in circa il 10% dei parti.
I tori hanno una crescita rapida, una maturità precoce e possono generare tra 15 e 18 mesi. I tori possono lavorare fino all’età di 12 anni. Un toro completamente maturo può pesare tra 1.200 e 1.600 kg, sebbene il più grande South Devon registrato sia stato pesato a 2.000 kg.
Il peso delle vacche è in media di 700 kg.
La South Devon è la più grande delle razze autoctone inglesi.

Attitudine produttiva –
La South Devon è una razza oramai a spiccata attitudine per la produzione di carne.
Sono animali molto rustici e frugali che sono stati importati con ottimi risultati nelle regioni tropicali di tutto il mondo.
La South Devon è una razza è eccezionalmente adattabile alle diverse condizioni climatiche ed è attualmente ben consolidata nei cinque continenti. Ovunque siano stati introdotti i bovini del South Devon sono stati ben accetti e hanno mostrato forti prestazioni in termini di produzione e redditività.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *