Mitmita

Mitmita

Il Mitmita è una miscela di spezie, in polvere, originaria dell’Etiopia che utilizza, tra gli ingredienti di base, i peperoncini piri piri (conosciuti anche come diavoli africani).

Origini e Storia –
Il mitmita è una miscela di spezie tipico della cucina etiope ed eritrea. In questa miscela l’ingrediente più caratterizzante sono i peperoncini che, per realizzare un mitmita autentico, dovrebbero essere i piri piri, conosciuti con vari nomi tra cui anche quello di bird’s eye africani.
Si tratta di una miscela alquanto piccante ma perfettamente in linea con quella che è la cucina etiope che, in generale non è per i palati delicati.
Infatti la miscela di spezie mitmita, di colore arancio-rosso, si presenta con un aroma caldo e persistente e una piccantezza molto spiccata e pungente.
Come al solito l’origine di questa miscela si perde nella storia di questi popoli ma si coniuga spesso con la necessità di conservare alcuni cibi ma anche di insaporire o “recupeare” cibi poveri. Come altre miscele di spezie anche questa, molto probabilmente, nasce dall’esigenza di arricchire cucine popolari fatte di cibi poveri.

Descrizione –
Il Mitmita è una miscela di spezie che si presenta in forma polverulenta fine, di colore arancione più o meno intenso (anche in funzione dei peperoncini e delle spezie utilizzate) in generale gli ingredienti: peperoncino di piri piri (o di Cayenna), cumino, cardamomo, pepe nero, aglio, chiodo di garofano, cannella, zenzero e sale.
A questa composizione possono essere variati alcuni ingredienti e non esiste, di fatto, una ricetta ufficiale ed univocamente accettata.

Principi attivi –
Nella miscela Mitmita i valori nutrizionali sono legati alle percentuali che vengono utilizzate dei singoli componenti che, come è evidente, dipende molto dalle materie prime di partenza, per cui non esiste una scheda standard dei valori nutritivi e delle sostanza presenti in questa spezia.
Questo è dovuto non tanto alla variabilità dei componenti, che nella miscela Mitmita vengono impiegati in percentuali alquanto standard, ma per la varietà degli ingredienti ed anche per la differenza di caratteristiche, spesso delle spezie che lo compongono in quanto provengono anche da sistemi di coltivazione alquanto differenti.
Ovviamente per la composizione delle singole spezie si rimanda alla scheda delle stesse.

Proprietà ed Usi –
Il Mitmita è una miscela di spezie, in polvere, tipica della cucina etiope ed eritrea che, come detto, comprende cardamomo, chiodi di garofano, cannella, cumino, zenzero e peperoncino bird’s eye africano. Si tratta in sostanza della versione piccante del berberè.
Questa miscela viene utilizzata tradizionalmente insieme a carne, fave, o con il pane.
È una spezia molto aromatica, di colore arancione, piccantissima.
Tra tutte le ricette con cui viene preparato il mitmita, la più semplice è costituita da peperoncini bird’s eye (peperoncini di origine africana), chiodi di garofano, cardamomo e sale. Talvolta vengono aggiunti anche cannella, cumino e zenzero, cipolla, aglio essiccati ed altre varianti.
Tra gli usi di questa miscela si ricorda che viene impiegata per aromatizzare a crudo alcune pietanze, per esempio le fave o semplicemente come condimento del pane injera, che in Etiopia viene usato per portare i cibi alla bocca. È usata anche per marinare pezzetti di carne di manzo (kifto) da friggere o per fare uno stufato (wat) del quale esistono numerose versioni.
Una ciotolina contenete mitmita è sempre presente sulla tavola e sostituisce il sale.
Inoltre aggiungendo il mitmita alla miscela berberè forma una nuova miscela chiamata awaze usata per marinare le carni.

Preparazioni –
Il Mitmita che è, come detto, l’ingrediente fondamentale del kifto, un piatto a base di carne di manzo cruda tritata e marinata con esso.
Localmente si usa anche fare dei dadini di carne cruda ed intingerli nella miscela di spezie prima di portarli alla bocca.
Inoltre può donare un ottimo sapore piccante a spiedini di carne alla griglia.
Questa miscela di spezie può essere utilizzata infine per insaporire spadellate di verdure e piatti a base di fave e legumi in generale.
Per preparare il mitmita si possono scegliere, nelle proporzioni indicate, i seguenti ingredienti:
– peperoncino rosso piccante in fiocchi – ½ tazze;
– semi di cumino – 2 cucchiai da tavola;
– cardamomo verde – 2 cucchiai da tavola;
– pepe nero in grani – 1 cucchiaio da tavola;
– pimento in grani – 1 cucchiaio da tavola;
– zenzero in polvere – 1 cucchiaio da tavola;
– aglio in polvere – 2 cucchiai da tè;
– chiodi di garofano – 2 cucchiai da tè;
– sale – 2 cucchiai da tè;
– cannella – 1 pezzo.
Per la preparazione bisogna macinare finemente con un tritatutto di piccole dimensioni i chiodi di garofano, il peperoncino, il pepe in grani, il cardamomo verde, il pimento in grani, i semi di cumino ed il pezzo di cannella.
A questo punto si deve setacciare la polvere ottenuta in modo tale da trattenere i grani più grandi che dovrete macinare nuovamente fino ad ottenere una polvere fine ed omogenea.
Unire, infine, alla polvere ottenuta, il sale, lo zenzero e l’aglio e mescolate.
Un’avvertenza importante da seguire è quella di ventilare la cucina dopo avere fritto, per liberare dai fumi piccanti sviluppati.

Guido Bissanti

Avvertenza: le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *