Mirmecoria

Mirmecoria

Con il termine mirmecoria (o anche mirmecocoria) si intende il meccanismo di trasporto e dispersione dei semi, di alcune angiosperme, da parte delle formiche.
Le formiche hanno infatti notevoli capacità di trasportare, anche per lunghi tratti, semi e frutti che raccolgono lungo i loro percorsi.
Tra alcune specie e le formiche si stabilisce, pertanto, una particolare simbiosi per cui, nelle specie mirmecofile, i semi vengono resi appetibili dalla presenza di particolari appendici (elaiosomi) contenenti sostanze nutritive.
Il seme con l’elaiosoma prende il nome diaspora.
Il meccanismo di dispersione dei semi è il seguente. Le formiche operaie trasportano la diaspora fino alla colonia, dove l’elaiosoma viene rimosso ed utilizzato per nutrire le larve; il seme generalmente viene depositato nelle camere sotterranee contenenti i materiali di rifiuto o è espulso dal formicaio.

Normalmente le diaspore non vengono disperse lontano dalla pianta madre. Le piante comunque traggono beneficio da questo mutualismo con le formiche in quanto, questo meccanismo facilita il trasporto dei semi in siti favorevoli alla germinazione ed, inoltre, viene protetto dai predatori granivori.
In natura il meccanismo della mirmecoria viene utilizzato da oltre 3.000 specie vegetali. Tipici esempi di mirmecoria vengono osservati nel Chelidonium majus, in alcune specie di piante del genere Viola, nel bucaneve (Galanthus nivalis), nell’Hepatica nobilis e nell’Anemone nemorosa, in Onopordum illyricum, Mentha longifolia, Salvia aethiopis, Bixa orellana e moltissime altre piante.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *