Aframomum exscapum

Aframomum exscapum

L’ Aframomum exscapum (Aframomum exscapum (Sims) Hepper) è una specie erbacea appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Divisione Magnoliophyta, Classe Liliopsida, Ordine Zingiberales, Famiglia Zingiberaceae, Sottofamiglia Alpinioideae e quindi al Genere Aframomum ed alla Specie A. exscapum.

Etimologia –
Il termine Aframomum viene da afer, afra, afrum africano e dal genere amomum, nome di una pianta aromatica orientale citata da Virgilio dalla quale si estraeva un prezioso balsamo (dal greco ἄμωμος ámomos irreprensibile, perfetto, derivato dal prefisso privativo α- a- senza e da μῶμος mómos biasimo, critica), pianta aromatica dell’Asia meridionale.
L’epiteto specifico exscapum proviene da ex- nel senso di ‘non più, senza’ e da scapus fusto: privo di fusto.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’ Aframomum appartiene ad un genere di piante, della famiglia dello zenzero, diffuso in tutta l’Africa tropicale e in alcune isole dell’Oceano Indiano (Madagascar, Seychelles e Mauritius).
Il suo habitat originario è quello della foresta che va dalla Guinea alla Costa d’Avorio.

Descrizione –
L’ Aframomum exscapum è una pianta erbacea perenne, con steli che possono raggiungere un’altezza di 1-2 m e frondosi all’estremità superiore e con le foglie, piccole, di colore verde e presenti nella parte superiore.
I fiori sono di colore bianco – giallognolo, con tonalità anche di rosa.
I frutti sono di colore rosso, pubescenti e profondamente ondulati longitudinalmente quando sono freschi, le ondulazioni diventano indistinte all’essiccamento e sono spesso difficili da distinguere.
I semi sono di colore nero lucido, pungenti.

Coltivazione –
L’ Aframomum exscapum è una pianta che cresce in climi tropicali, con temperature calde, in pieno sole ed in presenza di elevati livelli di umidità atmosferica, terreni ben drenati.
Le piante vanno irrigate regolarmente ed il suolo mantenuto costantemente umido.
La pianta si riproduce sia per via gamica, per mezzo dei semi, che per via agamica per mezzo dei rizomi.

Usi e Tradizioni –
Le foglie ed i semi di questa pianta sono aromatici e le radici in polvere sono utilizzate nella Costa d’Avorio insieme al cedro purgante e antielmintico.
Questa pianta ha, in generale, proprietà sia medicinali, usata per problemi polmonari (usando la radice), come lassative (radice), vermifughe (foglie e semi).
Contiene sostanze aromatiche nei frutti e può essere usata come foraggio.
Dalle foglie dell’ Aframomum exscapum si può estrarre un olio essenziale. L’olio ottenuto per idro distillazione, contiene vari principi attivi, tra cui l’1,8-cineolo.

Modalità di Preparazione –
Questa pianta viene utilizzata soprattutto come pianta medicinale, in particolar modo nell’area tra la Costa d’Avorio e la Guinea.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *