Parco Nazionale di Auyuittuq

Parco Nazionale di Auyuittuq

Il parco nazionale di Auyuittuq è un parco nazionale situato nel Nunavut, nel nord del Canada, attraverso l’isola sud-orientale di Baffin.
Questo parco, identificato col codice WDPA: 613 ha una superficie complessiva di 19.089 Km2.
Questa area di parco fu istituita, per la prima volta nel 1972, come Baffin Island National Park; successivamente, nel 1975, l’Ente Gestore, il Parks Canada, ha scelto di rinominare il parco per riflettere meglio il paesaggio e la storia degli Inuit all’interno della regione. Dopo alcuni dibattiti, il nome è stato cambiato in Parco Nazionale di Auyuittuq.
Auyuittuq, in Inuktitut, significa “terra che non si scioglie mai” che tradotto meglio significa: il luogo che non si scioglie mai.
Infatti, all’interno del Parco Nazionale di Auyuittuq, si trovano importanti ghiacciai e fiordi.
Questo parco è uno dei posti più spettacolari del pianeta, dove troviamo fiordi scavati nei ghiacciai che brulicano di vita marina, dal salmerino alle balene nell’entroterra di entrambe le sue coste nord e sud.
Il Parco Nazionale di Auyuittuq, anche se più remoto, è il più accessibile dei parchi Nunavut (al contrario di Sirmilik e altri parchi nazionali del nord). Infatti in questo territorio i fiordi consentono il trasporto in barca e in motoslitta dalle vicine comunità Inuit di Pangnirtung e Qikiqtarjuaq.
Il suo interno selvaggio è raggiungibile tramite l’Akshayuk Pass, la via di trekking più popolare del parco che segue una tradizionale via di transito degli Inuit e fornisce l’accesso al vasto Penny Ice Cap, ai ghiacciai e alle vette più alte del Canadian Shield.
In questo parco gli sciatori e gli alpinisti possono affrontare pareti verticali come il monte Thor, la cui bellezza grezza può anche essere ammirata in una gita in motoslitta in primavera al Circolo Polare Artico o con una breve escursione estiva a Ulu Peak.
Inoltre, all’interno del parco, le gite panoramiche in barca e in motoslitta, abbinate a brevi escursioni, incluso il Circolo Polare Artico, offrono scorci paesaggistici sbalorditivi della regione artica.
La maggior parte dei visitatori, arriva in questa area per escursioni guidate di più giorni, sciate o tour di alpinismo.
Tra i punti più spettacolari del Parco Nazionale di Auyuittuq bisogna segnalare, come detto, il monte Thor (1500 m), la parete verticale più alta del mondo, e le vette gemelle del monte Asgard (2015 m) location di alcune scene di un vecchio film di 007.
Più accessibile, nel periodo estivo, è invece l’Askhayuk Pass che può essere percorso tutto in dieci giorni.

Flora –
All’interno del Parco Nazionale di Auyuittuq si trova una rada vegetazione, anche se le piante che vi si trovano vanno dai fiori come il Camedrio alpino (Dryas octopetala), Cotonarie (Lychnis Spp.), Papaveri (Papaver Spp.), Sassifraghe (Saxifraga Spp.) ed arbusti come la Betulla nana, Salice artico ed Erica.
Molte delle piante nel Parco Auyuittuq crescono in gruppi per creare il proprio “microclima” più caldo che permette loro di sopravvivere alle dure condizioni dell’Artico.

Fauna –
Il Parco Nazionale di Auyuittuq ospita numerose specie animali come caribù, volpi artiche e lepri artiche, anche se a causa della scarsa disponibilità di vegetazione sulla terra, la fauna selvatica è molto scarsa. Tuttavia, il parco è delimitato da tre lati dal mare e la vita marina si trova all’interno dei confini del parco.
Le specie che vivono nel Parco di Auyuittuq includono i Lemming (sia il lemming bruno nordamericano che il lemming dal collare settentrionale), volpi rosse, gufi delle nevi, falchi pellegrini, ermellini, poiane calzate (Buteo lagopus), girfalco (Falco rusticolus), balene beluga, oche delle nevi, orsi polari, lupi , narvali, oche canadesi, volpi artiche, lepri artiche e alcuni caribù di Barren (Rangifer tarandus groenlandicus).

Guido Bissanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *