Circaetus gallicus

Circaetus gallicus

Il biancone o aquila dei serpenti (Circaetus gallicus, Gmelin 1788) è un uccello rapace appartenente alla famiglia degli Accipitridae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Superclasse Tetrapoda, Classe Aves, Sottoclasse Neornithes, Ordine Accipitriformes, Famiglia Accipitridae, Sottofamiglia Circaetinae e quindi al Genere Circaetus ed alla Specie C. gallicus.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il Biancone è un grande rapace il cui areale di distribuzione va dalla Spagna all’Europa Centrale, anche in Ungheria e Polonia, e si estende fino all’Iran, all’India, alla Mongolia settentrionale e all’Africa.
È presente anche in Italia dove vengono riscontrate circa 700 coppie.
Il suo habitat è quello degli ambienti parzialmente o totalmente aperti come praterie, pascoli, prati, coltivi e radure di vario genere. In genere ama le regioni calde, aperte e ricoperte di arbusti come le steppe, le savane, i deserti sconfinati e le foreste. Importante per questo animale è la presenza di animali da preda.

Descrizione –
Il Circaetus gallicus è una rapace di grandi dimensioni con una lunghezza totale di 59 – 72 cm, un’apertura alare di 160 – 195 cm ed un peso di 1.380 – 2.500 grammi e con la presenza di dimorfismo sessuale.
Ha il mantello di colore chiaro nelle parti inferiori, con barre brune.
Quando l’animale è in volo le ali appaiono quasi completamente bianche, con alcune barre scure. Le parti superiori sono bruno-grigie.
Le guance, la gola ed il petto sono invece di colore bruno. Generalmente i maschi sono più chiari delle femmine ed i piccoli atti al volo sono molto più chiari e hanno talvolta una testa quasi bianca.
La testa è grande e spesso molto sporgente, con occhi di colore giallo-arancio ambrato.
Le zampe sono di colore grigio, munite di spesse placche cornee e con i tarsi parzialmente nudi.

Biologia –
Il biancone è un rapace che costruisce il suo nido preferibilmente in alberi alti dislocati sui pendii.
La femmina depone le uova probabilmente solo all’età di tre o quattro anni e quindi poi solo un uovo per volta. La femmina cova nel periodo tra maggio e giugno, per circa 45-47 giorni, un uovo bianco lungo più di 7 cm. Il piccolo resta nel nido per 60-80 giorni.
Le deposizioni si hanno in Europa meridionale e in Marocco in aprile, in India al contrario già a gennaio/febbraio.
La vita massima di questo volatile è di 18 anni circa. È generalmente silenzioso, può emettere un fischio modulato e musicale e nel periodo riproduttivo emette in volo sul nido una specie di canto melodico.

Ruolo Ecologico –
La particolarità del Circaetus gallicus è quella di nutrirsi quasi esclusivamente di rettili, soprattutto serpenti e in misura marginale di uccelletti, lucertole, piccoli mammiferi, anfibi ed insetti, perciò la sua vita dipende strettamente dalla loro presenza.
Questi uccelli, che sono dei veri e propri “sterminatori di serpenti”, circondano la loro vittima sbattendo le ali, così da disorientare il rettile.
La loro caccia si realizza planando lentamente a quote anche piuttosto alte, esplorando attentamente il terreno con la testa rivolta verso il basso e con frequenti soste in “spirito santo” (volo battuto senza spostamenti), come il Gheppio.
Una volta ucciso, il serpente o qualunque preda, vengono divorati subito al suolo o in volo. Durante il periodo riproduttivo, invece, molte prede vengono riportate al nido per sfamare il vorace piccolo.
Nel corso di una stagione riproduttiva, una coppia di bianconi cattura dai 700 agli 800 esemplari.
Questo rapace, essendo un evidente uccello migratore, si sposta tra agosto e ottobre con prestazioni giornaliere fino ai 100 km/h principalmente passando per Gibilterra verso le regioni a sud del Sahara, e facendo ritorno in Italia solo verso marzo.
In tutto il mondo ci sono 4 – 6 specie del genere Circaetus che si possono trovare tutte anche in Africa ad eccezione del Circaetus gallicus.
Il C. beaudouini e il C. pectoralis vengono classificati anche col nome di C. gallicus come un’unica sottospecie.
Il C. beaudouini assomiglia nella corporatura al C. gallicus, ma è più piccolo.
Il C. pectoralis sembra piuttosto diverso con la sua colorazione nera e marrone della parte superiore del corpo, ma costituisce a macchia di leopardo delle coppie miste in un terreno molto ristretto di coincidenza con il C. beaudouini.
Secondo lo IUCN le popolazioni del biancone sono in declino in quanto strettamente legate alle popolazioni di rettili di cui si nutre e per via di uccisioni illegali.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– C.Battisti, D. Taffon, F. Giucca, 2008. Atlante degli uccelli nidificanti, Gangemi Editore, Roma.
– L. Svensson, K.Mullarney, D. Zetterstrom, 1999. Guida agli uccelli d’Europa, Nord Africa e Vicino Oriente, Harper Collins Editore, Regno Unito.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *