Quercus acerifolia

Quercus acerifolia

La quercia acerifolia o quercia dalle foglie di acero (Quercus acerifolia (E.J.Palmer) Stoynoff & Hess) è una specie arborea appartenente alla famiglia delle Fagaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Divisione Magnoliophyta, Classe Magnoliopsida, Ordine Fagales, Famiglia Fagaceae e quindi al Genere Quercus ed alla Specie Q. acerifolia.
È sinonimo il termine Quercus shumardii var. acerifolia E.J. Palmer.

Etimologia –
Il termine quercus proviene da quercus, nome latino della quercia, pianta sacra a Giove
L’epiteto specifico acerifolia viene dal genere Acer (nome latino dell’acero citato in Plinio e Ovidio che potrebbe derivare da acer acris a punta, pungente, per i lobi appuntiti delle foglie o per l’uso dell’acero per fabbricare lance) e da folium foglia: con foglie simili a quelle di un acero.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Quercus acerifolia è una specie endemica e rara presente in alcune aree boschive dei monti Ouachita che sono una catena montuosa degli Stati Uniti d’America centro-meridionali che si estende per circa 320 km di lunghezza tra il centro dell’Arkansas e il sud-est dell’Oklahoma.
Il suo habitat è rappresentato da foreste temperate di alberi decidui ed in aree anche soleggiate.

Descrizione –
La quercia acerifolia è un albero a foglie decidue di medie dimensioni del gruppo delle querce rosse che in natura può crescere sia in forma arbustiva a stelo multiplo che in forma arborea a tronco singolo che in genere non raggiungono più di 15 metri di altezza a maturità.
Le foglie sono larghe, di colore verde scuro, simili a quelle dell’Acer saccharum, lunghe da 6 – 14 cm e larghe 10 – 15 cm, profondamente lobate in 5-7 lobi spinosi e con i due lobi centrali più grandi delle altre tre. Le foglie giunte nel periodo autunnale assumono una colorazione tendente al rosso.
La corteccia è di colore grigiastro, liscia nei primi anni ma che acquisisce, col passare degli anni maggiore rugosità e colorazione più scura.
I fiori sono di colore giallo verdi, insignificanti di aspetto.
È una specie monoica, con fiori maschili e femminili sulla stessa pianta. I fiori maschili sono riuniti in amenti di colore giallo, quelli femminili sono di colore verde.
I fiori compaiono all’inizio della primavera quando le foglie emergono.
I frutti sono delle ghiande ovali, lunghe fino a 20 mm.

Coltivazione –
La quercia acerifolia è una pianta che può essere coltivata in aree soleggiate ed in pieno sole.
Sono piante che necessitano di una bassa manutenzione, con una caduta delle foglie autunnale, dopo aver assunto una colorazione tendente al rosso, e che sopportano anche condizioni di siccità, con esclusione dei primi anni finche l’apparato radicale non si sia approfondito nel terreno.
Il terreno deve avere una buna permeabilità ma non eccessivamente sciolto.
Inoltre, sebbene sia una pianta suscettibile a un gran numero di potenziali parassiti, come insetti ed altre fitopatie, è considerata generalmente alquanto resistente e di lunga durata senza particolari problemi di coltivazione.

Usi e Tradizioni –
Il quercus acerifolia è una rara specie di quercia del nordamerica che cresce in alcune aree boschive dei monti Ouachita dove si sviluppa allo stato naturale.
La quercia acerifolia fu descritta per la prima volta nel 1926 da Palmer e gli fu dato il nome di Quercus shumardii var. acerifolia.
Le recenti ricerche ed i lavori di Stoynoff e Hess hanno elevato questa pianta a specie a se stante soprattutto a causa delle differenze nella morfologia delle foglie e delle ghiande.
Il suo uso prevalente, vista anche la minaccia del suo habitat è quello di albero da ombra albero o nei parchi e giardini. Per il suo aspetto, ed in quanto specie rara, merita una posizione di rilievo nel paesaggio; inoltre può essere difficile da trovare in commercio.
Il quercus acerifolia viene classificato come “in pericolo” nella lista rossa IUCN perché il suo areale è molto ridotto, così come il numero di esemplari oggi conosciuto.
La minaccia è dovuta soprattutto per l’erosione del suo habitat naturale.

Modalità di Preparazione –
Quercus acerifolia è un albero che, oltre agli impieghi ornamentali per parchi e come albero da ombra, non ha particolari utilizzi.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *