Come coltivare le Masdevallia

Come coltivare le Masdevallia

Le Masdevallia (Masdevallia Ruiz & Pav., 1794) sono un genere di piante della famiglia delle Orchidaceae, al cui interno sono presenti un centinaio di specie. Si tratta di orchidee epifite originarie delle zone montane del Sud America ed il cui nome è in onore del botanico Josè Masdevall, presidente dell’Accademia di Medicina di Cartagena, che visse nell’Ottocento.
Le Masdevallia sono piccole orchidee prive di pseudo bulbi; ha foglie che si restringono alla base in un lungo picciolo, di consistenza coriacea, solitarie e riunite in cespi.
All’interno di questo genere le singole specie, anche se abbastanza simili tra di loro, presentano fiori con differenti caratteristiche morfologiche; i sepali possono essere espansi, caudati o uniti tra di loro in modo da assumere forma tubolare.
Tra le specie più coltivate e commercializzate ricordiamo:
– Masdevallia bella – pianta originaria della Colombia, con foglie lunghe circa 30 cm, fiori con sepali dorsali arancione e laterali gialli maculati di rosso;
– Masdevallia chimaera – pianta che può presentare fiori sia eretti che penduli, sepali giallo ocra, brunastro con macchie verrucose violacee e piccolo labello bianco;
– Masdevallia ignea – specie con foglie ellittiche, fiori solitari rosso arancio venati di carminio, il sepalo superiore ha forma triangolare;
– Masdevallia veitchiana – pianta originaria del Perù, con foglie lineari e fiori solitari rosso arancio punteggiato di papille violacee.
In questa scheda vedremo come coltivare le Masdevallia tenendo conto delle loro caratteristiche e delle esigenze pedologiche e climatiche.
Partiamo dal substrato.

Questo deve essere realizzato utilizzando sfagno, radici di polipodio e fibre di osmunda in contenitori con un ottimo drenaggio in modo da evitare i ristagni d’acqua.
A questo proposito si dovranno mettere sul fondo dei vasi uno strato di pochi centimetri di perlite o ghiaia molto grossa. Le Masdevallia possono essere coltivate in vasi o anche in cesti.
Le migliori condizioni climatiche per coltivare le Masdevallia sono, inoltre, quelle che si realizzano in una serra fredda e molto umida; in questo ambiente condizionato la temperatura deve aggirarsi su un minimo di 7 °C durante il periodo notturno ed intorno ai 12 °C durante il giorno; inoltre l’umidità dell’aria deve essere mantenuta sempre molto alta.
Per quanto riguarda gli apporti idrici questi vanno operati con acqua a bassissima salinità che, in caso di indisponibilità può essere raccolta con le acque piovane, oppure miscelando opportunamente acqua della rete con acqua deionizzata. L’innaffiature può essere fatta immergendo i contenitori in quest’acqua e facendola sgrondare per bene prima di rimetterli nelle loro postazioni. L’irrigazione dovrà diminuire notevolmente nel periodo invernale ed essere fatta tra la primavera e l’estate solo quando il substrato inizia a prosciugarsi.
Infine la moltiplicazione.
Il modo migliore per riprodurre le Masdevallia è quello di utilizzare la moltiplicazione per divisione dei cespi, operazione che va fatta nel periodo primaverile.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *