Calicotome spinosa

Calicotome spinosa

La Ginestra spinosa, conosciuta anche come Sparzio spinoso o Calicotome (Calicotome spinosa (L.) Link) è una specie arbustiva della famiglia delle Fabaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Divisione Magnoliophyta, Classe Magnoliopsida, Ordine Fabales, Famiglia Fabaceae, Sottofamiglia Faboideae, Tribù Genisteae e quindi al Genere Calicotome ed alla Specie C. spinosa.
Sono sinonimi i termini: Spartium spinosum L., Cytisus spinosus (L.) Lam. e Calicotome spinosa subsp. ligustica Rouy.

Etimologia –
Il termine Calicotome proviene dal greco κάλυξ, υκοϛ cályx, -ykos calice, involucro e τομή tomé sezione, taglio: calice tagliato, riferimento al calice che si divide in due all’antesi. L’epiteto specifico spinosa deriva da spina spina: spinoso, coperto di spine.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Ginestra spinosa è una specie Steno-Mediterranea, eliofila e xerofila, che vegeta dal livello del mare fino alle zone interne con clima caldo-arido.
Si ritrova nelle formazioni a gariga, nelle macchie degradate da incendi, nei luoghi rocciosi e assolati su suolo acido.
Questa specie tende a formare (da sola o con altre specie) macchie fitte ed impenetrabili e protegge i terreni dall’erosione, favorendo l’accumulo di sostanza organica contribuisce a stabilire condizioni ambientali idonee per l’instaurarsi di associazioni vegetali più evolute.
È diffusa nella parte occidentale del bacino del Mediterraneo (Spagna, Francia, Italia e Algeria), dove vegeta dal livello del mare fino ai 600 – 800 m. s.l.m.. È presente anche, come specie introdotta dall’uomo, in Nuova Zelanda.

Descrizione –
Calicotome spinosa è una specie arbustiva che può raggiungere i 2 metri di altezza, che presenta rami intricati e spinosi.
Le foglie sono decidue, trifogliate con foglioline ovali oblunghe. Nel periodo estivo le foglie cadono.
I fiori sono di colore giallo isolati o a gruppi di due, con calice campanulato.
L’antesi è tra maggio e giugno.
I frutti si presentano sotto forma di legumi lineari, deiscenti, lineari-oblunghi di 21-30(52) x 5-6(8) mm, appianati, glabri, liscio, bruno-nerastri, pruinosi, con 2 ali di 1-3 mm nella sutura ventrale e con 2-9 semi di 2,9-3,6 x 2,5-3,4 mm, reniformi, appianati, bruno-verdastri.

Coltivazione –
La Ginestra spinosa è una pianta che pur sopportando tranquillamente la siccità, per avere una fioritura continua è consigliabile irrigare con regolarità attendendo però che il terreno si asciughi perfettamente tra due turni. Essendo una specie mediterranea, teme il freddo intenso, anche più delle altre ginestre, per cui, se deve essere coltivata in ambienti non idonei, va posta sotto una protezione.
Per la coltivazione bisogna scegliere un terreno poroso e sabbioso, completamente privo di ristagno idrico, che può rapidamente causare la morte delle piante e posizioni molto soleggiate.
È una specie molto idonea a formare siepi compatte che donano nel periodo a partire da maggio, e per tutta l’estate, una eccellente colorazione gialla intensa a tutta la siepe. Sono piante adatte per i giardini rocciosi mediterranei.

Usi e Tradizioni –
Calicotome spinosa è una ginestra tipica della macchia mediterranea leggermente più delicata delle altre, per quanto riguarda le temperature invernali. Produce sottili fusti verdi, molto ramificati e disordinati, e producono arbusti ampi, che possono raggiungere qualche metro di altezza; prediligono posizioni soleggiate e non temono la siccità, anche se prolungata. Sono piante adatte per i giardini rocciosi mediterranei con i fiori che sbocciano per tutta l’estate, riuniti in racemi. Per la densità e la ricchezza dei fiori è molto apprezzata a scopo ornamentale e per la sua rusticità e i rami intricati e spinosi può essere usata per formare siepi.
Questa specie tende a formare macchie fitte ed impenetrabili e protegge i terreni dall’erosione, favorendo l’accumulo di sostanza organica contribuisce a stabilire condizioni ambientali idonee per l’instaurarsi di associazioni vegetali più evolute.
Questa pianta fornisce un eccellente materiale da ardere che brucia con fiamma intensa. Nel passato con i rami affastellati si pulivano i camini e, quando ancora il pane si cuoceva a legna, se ne facevano fascine da vendere ai fornai.

Modalità di Preparazione –
Della Ginestra spinosa, oltre agli usi citati, non si conoscono impieghi di tipo alimentare o alimentare.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *