Agropirene

Agropirene

L’agropirene, il cui termine nella nomenclatura ufficiale IUPAC è esa-2,4-diyn-1-ylbenzene è una molecola la cui formula bruta o molecolare è: C12H12.
L’agropierene, in natura, è presente soprattutto nella pianta della gramigna (Elytrigia repens (L.) Desv. ex Nevski, 1933).
Si ricorda che nella gramignia è contenuta una percentuale di olio essenziale tra lo 0,01 e 0,05 %, di cui il 95 % di questo è costituito da agropirene, con attività antibiotica l’ agro pirene svolge quindi un’ azione antisettica specie verso Staphylococcus, Streptococcus, Enterococcus spp..

Per questo motivo i decotti di gramigna, grazie all’azione dell’agropirene esplicano una marcata azione antisettica e antinfiammatoria sui reni e le vie urinarie. Per queste sue proprietà, l’azione terapeutica della gramigna porta beneficio in caso di cistite e stati infiammatori delle vie urinarie; nel trattamento di reumatismi, artrosi, artrite e iperuricemia.
L’uso dell’Elytrigia repens è nota, in fitoterapia, sin dalla Grecia classica. I cani ammalati sono noti per dissotterrarne e mangiarne le radici e gli erboristi medioevali la usavano per il trattamento delle infiammazioni delle vesciche, della minzione dolorosa e della ritenzione idrica.

Avvertenza: le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *