Come coltivare la Parodia

Come coltivare la Parodia

La Parodia (Parodia Speg., 1923) è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Cactaceae, con origini del Sud America. Il nome del genere è in onore del botanico argentino Lorenzo Raimundo Parodi (1895-1966) e comprende circa una trentina di specie tra cui ricordiamo:
– Parodia microsperma – che si riconosce per le spine giallo oro e i suoi fiori gialli e disposti sull’apice della pianta;
– Parodia catamarcensis – caratterizzata da areole lanose da cui spunta una spina rossastra e con fiori bianco-giallastri;
– Parodia magnifica – con spine medio lunghe e fiori di colore giallo;
– Parodia mutabilis – con costolature piatte, areole lanose, spine uncinate e fiori di colore giallo;
– Parodia sanguiniflora – caratterizzata da areole con corte spine setolose con al centro una spina scura uncinata e fiori di colore rosso scuro.
In questa scheda vedremo come coltivare la Parodia (pronuncia paròdia) seguendo le sue esigenze climatiche e pedologiche.
La Parodia può essere coltivata in piena terra ed in vaso. Nel primo caso, siccome la temperatura nel periodo invernale non dovrà essere mai inferiore ai 4 °C, è evidente che, in Italia, può essere coltivata solo nelle aree del sud e in zone mitigate dalla temperatura del mare.
Per la coltivazione in vaso invece bisogna tenere conto che la Parodia richiede vasi molto piccoli.

Il substrato su cui coltivarla deve essere molto poroso e va composto da terra concimata, con l’aggiunta di almeno una quinta parte di sabbia molto grossolana. Questo consentirà alla pianta buone condizioni vegetative e, soprattutto, un buon drenaggio delle acque per evitare l’insorgere di marciumi radicali.
Per la scelta della zona dove coltivare la Parodia è bene individuare luoghi molto assolati in modo da consentire alla pianta di trovarsi nelle condizioni climatiche a lei più idonee.
Le innaffiature vanno effettuate nel periodo che va dalla ripresa vegetativa (all’incirca nel periodo di marzo) ad ottobre; le irrigazioni comunque vanno effettuate solo quando la terra appare asciutta, e vanno completamente sospese nel periodo invernale in modo da permettere alla pianta un buon riposo vegetativo. Il riposo invernale (vernalizzazione) è necessario per avere nella stagione successiva un’abbondante fioritura. Ricordiamo ancora che la temperatura nel periodo invernale non dovrà essere inferiore ai 4 °C.
Infine la moltiplicazione della Parodia.
La tecnica della moltiplicazione di questa pianta può avvenire solo per seme in quanto la Parodia non produce polloni. Il seme, che è piccolissimo, va seminato, tenuto leggermente pressato su una base di sabbia sottile che deve essere mantenuta umida e in posizione ombreggiata a temperatura intorno ai 20-22 °C.. Rcordiamo che la crescita da seme è più lenta e le giovani piantine impiegheranno un anno a raggiungere una grandezza adeguata per poter essere invasate o piantate in piena terra.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *