Rossa Danese

Rossa Danese

La Rossa Danese è una razza bovina (Bos taurus Linnaeus, 1758) originaria delle isole al largo della costa danese, a duplice attitudine per la produzione di carne e per il latte.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus ed alla Rossa Danese.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La Rossa Danese è una razza bovina allevata in Danimarca dove un tempo rappresentava la maggioranza dei capi bovini allevati.

Origini e Storia –
La razza bovina Danese Rossa, anche conosciuta come Red Dane, è un’antica razza originaria delle isole al largo della costa danese ed appartiene al gruppo delle cosiddette “razze bovine baltiche”.
La razza è stata sviluppata in Danimarca attraverso razze locali allevate con il bestiame Angeln e Schleswig. La razza rossa danese, e prima ancora la Angeln, sono stati importati in molti altri paesi e sono stati usati per migliorare e formare molte razze locali, come la rossa lituana, la rossa estone, la rossa lettone, la rossa polacca, la rossa della Bilorussia, la Rossa della Russia e la rossa bulgara.
Questa razza negli anni ’60 contava per il 61% dei capi di bestiame da latte danesi, ma con l’industrializzazione dell’agricoltura è stata gradualmente sostituita da altre razze, come la Holstein, la Jersey e la Frisona, oppure incrociata con le stesse fino all’alterazione del patrimonio genetico.
Oggi la razza Danese Rossa pura, non incrociata, si è estremamente ridotta fino a rappresentare appena il 6,7% della popolazione bovina della Danimarca. La razza è stata infatti classificata come specie a rischio dalla Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO).

Morfologia –
La Rossa Danese è una razza riconoscibile per il mantello di colore rosso uniforme piuttosto scuro, specialmente nei tori, con variazioni cromatiche. Si tratta di animali di statura media.
Le Femmine hanno un’altezza al garrese di 135-137 cm, con un peso 600-650 kg.

Attitudine produttiva –
La Rossa Danese è una razza bovina a duplice attitudine con prevalenza per la produzione di latte.
Tradizionalmente, il latte della Danese Rossa era destinato alla produzione casearia, ad esempio di burro o del formaggio Maribo (un formaggio a pasta semidura); oggi invece è per lo più destinato alla produzione di latte alimentare.
Ha una costituzione robusta, rustica e ottima trasformatrice dei foraggi.
Comunque da buone produzioni di carne per via della sua spiccata precocità.
È una razza che si adatta bene a vari tipi di clima: ha un’elevata resistenza al calore, ma tollera bene anche le temperature basse.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *