Come coltivare l’Aeonium

Come coltivare l’Aeonium

L’Aeonium è un genere di piante succulente mediamente rustiche della famiglia delle Crassulaceae; si tratta di specie originarie delle Isole Canarie e dell’Africa ma che di fatto si sono naturalizzate soprattutto nelle aree costiere di molte parti dell’Italia meridionale.
In questa scheda vedremo come coltivare l’Aeonium seguendo gli accorgimenti più opportuni per la buona crescita di queste piante.
Tra le principali specie coltivate ricordiamo:
– Aeonium arboreum – il suo fusto ramificato può raggiungere anche un metro di altezza, le sue lunghe rosette hanno foglie spatolate di colore verde e i fiori sono lunghi racemi (grappoli) di colore giallo-oro;
– Aeonium decorum o A. cooperii – ha forma di cespuglietto molto ramificato con al termine di ogni ramificazione una rosetta con foglie che al sole assumono un colore bronzeo, i suoi fiori sono bianchi con striature rosee;
– Aeonium haworthii – ha forma di cespuglio con ramificazioni legnose che terminano con rosette composte da foglie verdi che assumono una colorazione rossastra alla cima, i suoi fiori sono giallo chiaro;
– Aeonium tabulaeforme – pianta nana che ha grandi rosette con foglie che si incastrano le une alle altre. In natura cresce principalmente nelle rocce, i suoi fiori sono gialli.
In generale per la coltivazione di queste piante bisogna predisporre un substrato o terreno molto drenante composto di terra concimata e sabbia.
Questo substrato leggero e con alta capacità drenante si potrà concimare da febbraio a maggio, in corrispondenza della fioritura; se coltivato in vaso si potrà diluire un fertilizzante apposito in acqua e irrigando con questa soluzione ogni due settimane; se invece la coltivazione viene fatta in piena terra è bene apportare ogni anno, nel periodo primaverile, alla fine dell’inverno sostanza organica ben umificata come letame o humus di lombrico.
Sono piante che, inoltre, amano aree soleggiate che consentono una crescita compatta ed una buona colorazione delle foglie che si presentano raggruppate sotto forma di rosetta.

Il sole diretto infatti influenza positivamente anche la colorazione delle foglie, esaltando l’effetto dei pigmenti rosati o violacei. Possono essere coltivate sia in vaso che in esterni. Se vengono piantate in esterno, direttamente nel terreno, bisogna scegliere un’area dove le acque in eccesso, provenienti dalle irrigazioni ma anche dagli eventi meteorici abbiano la possibilità di drenare immediatamente. Le irrigazioni vanno comunque effettuate ogni 10-15 gg, ma solo quando il terreno è perfettamente asciutto.
Anche se gli Aeonium sono piante originarie dei climi caldi, sopportano anche periodi di temperature rigide purché queste non scendano mai sotto lo 0°. Quando vengono coltivate in piena terra è bene predisporre, soprattutto in climi più freddi ed in caso di gelate delle pacciamature, possibilmente di natura vegetale (foglie o paglie).
Per le piante coltivate in vaso ricordarsi di rinvasare all’occorrenza in vasi leggermente più grandi del precedente, per dare modo alla pianta di crescere in altezza e in larghezza.
Per quanto riguarda la propagazione ricordiamo che l’ Aeonium, come molte altre Crassulaceae, si moltiplicano attraverso talea.
Per effettuare questa operazione si può partire dalla rosetta apicale o da una foglia singola, facendo però attenzione a staccarla mantenendo tutta la sua base. La parte tagliata può essere messa a radicare solo quando ben asciutta. La talea è consigliabile soprattutto in caso di arbusti che cominciano ad essere troppo legnosi e disordinati.
I periodi ottimale per questo intervento sono la primavera e l’autunno sono.
Anche la propagazione per seme è possibile; in questo caso bisogna porre attenzione di mantenere il terriccio ben umido per tutto il primo anno di vita della pianta.
Dal punto di vista sanitario sono piante molto resistenti purché non si incorra nei marciumi dovuti ad un cattivo drenaggio del substrato o ad eccessi di irrigazioni.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *