Herens

Herens

La Herens è una razza bovina (Bos taurus Linnaeus, 1758) originaria della regione Svizzera della Val d’Hérens, a duplice attitudine per la produzione di carne e per il latte.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus ed alla Herens.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La razza bovina Herens (Eringer in tedesco) è una razza di bovini che prende il nome dalla regione Svizzera della Val d’Hérens e viene allevata nel Cantone Vallese nella zona compresa fra Bringen e Martigny, in Val d’Aosta e nella regione di Chamonix in Francia.

Origini e Storia –
Questa razza prende il nome dal distretto omonimo in cui ha avuto origine e dove è allevata da moltissimi anni, tant’è che si ritiene che fosse già presente al tempo dei Romani. Questa razza fa parte delle 11 razze che aderiscono alla Federazione Europea delle razze del Sistema Alpino (Abondance-Francia; Grigio Alpina-Italia; Herens-Svizzera; Hinterwälder-Germania; Pinzgauer-Austria; Rendena-Italia; Tarentaise-Francia; Tiroler Grauvieh-Austria; Valdostana-Italia; Vordelwälder-Germania; Vosgienne-Francia).
Le caratteristiche genetiche della razza Herens, anche se la distinguono da altre razze svizzere fanno pensare ovviamente ad antiche accomunante tant’è che è simile alla razza Tuxer della Zillertal in Austria.
I bovini della razza Herens, in passato, erano spesso incrociati con altre razze bovine della regione alpina. Tra queste ricordiamo ad esempio, la Tuxer, la Evolène e Pustertaler-Barà che hanno delle consanguineità con la Herens.
Si arriva comunque al 1884 quando fu introdotto uno standard di riproduzione per questa vecchia razza. Nel 1917, inoltre, fu fondata l’associazione degli allevatori della razza.
Purtroppo a partire dagli anni ’60 questa popolazione è diminuita progressivamente tant’è che nel 2000 la popolazione era di circa 13.500 animali. I tori di razza vengono allevati in una stazione di inseminazione presente nella cittadina di Neuchâtel in Svizzera.

Morfologia –
I bovini della Herens sono una delle razze bovine più piccole d’Europa.
Questa razza è caratterizzata dall’avere un mantello di colore che può variare da rosso scuro a marrone o nero.
I vitelli appena nati sono rossi con una striscia scura lungo il dorso, con i colori che si invertono man mano che crescono.
Questi bovini hanno inoltre la testa corta e larga, con una linea frontale concava. Gli animali sono molto muscolosi, con scheletro leggero ma solido e con entrambi i sessi dotati di corna molto pronunciate e nere in punta ed arti corti, unghioni neri e molto forti e mucose pigmentate nere.
I tori raggiungono in genere un’altezza di 125-134 cm, con un peso di 650-700 kg. Le mucche raggiungono i 118-128 cm e 500-600 kg.
Hanno, inoltre, un temperamento vivace e bellicoso.

Attitudine produttiva –
La Herens è una razza a duplice attitudine, con prevalenza per la produzione del latte. Le mucche producono circa 3.200 kg di latte all’anno.
Si tratta di una razza rustica, longeva, fertile e ottima pascolatrice con unghioni e arti molto forti che si adattano alle zone impervie delle altitudini alpine.
Una caratteristica ben nota della razza Herens è l’alta aggressività delle sue femmine. In primavera, le mucche e le giovenche vengono addestrate per combattere l’una contro l’altra, in cinque categorie di peso, in un tradizionale “combattimento con la mucca” di queste contrade. I vincitori vengono poi venduti anche a prezzi elevati.
Oggi le lotte con le mucche sono diventate una grande attrazione turistica nel Vallese.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *