Galloway

Galloway

La Galloway è una razza bovina (Bos taurus Linnaeus, 1758) originaria della Scozia a prevalente attitudine per la produzione di carne.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus ed alla Razza Galloway.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La razza bovina Galloway è una razza allevata, oltre che in Scozia, in varie parti del mondo. Venne esporata oltre oceano nel 1853 in Canada e, successivamente negli Stati Uniti nel 1882 e in Australia nel 1951. Oggi si ritiene che il numero di capi di questa razza sia inferiore a 10.000 bovini in tutto il mondo, la maggior dei quali vengono allevati nel Nord Europa, in particolare in Scozia. La razza risulta invece più rara negli Stati Uniti e la Livestock Conservancy la classifica come razza “sotto osservazione”.

Origini e Storia –
La Galloway è una delle razze bovine da carne più antiche al mondo e che prende il nome dalla omonima contea del Galloway nel sud-ovest della Scozia, dove ha avuto origine nel XVII secolo.
La Galloway è una delle razze britanniche più antiche. Le origini di questa razza sono diverse: secondo alcuni studiosi i progenitori sarebbero arrivati in Scozia per mezzo degli invasori Norvegesi, che avrebbero portato una razza fromentina priva di corna; secondo altri questa razza era munita di corna fino al 18° secolo.
Originariamente c’erano molte varianti all’interno di questa razza, inclusi molti colori e mantelli diversi. Il libro originale delle mandrie dei bovini di razza Galloway registravano solo bovini neri, ma il gene recessivo del colore rosso del mantello spesso si manifestava all’interno della popolazione; così si decise comunque che anche questi esemplari di Galloway fossero ammessi nel libro genealogico. Di conseguenza, anche se il nero è ancora il colore più comune per la razza Galloway, possono essere presenti anche mantelli rossi e con diverse tonalità.
Bisogna arrivare al 1877, anno in cui fu costituita la Galloway Cattle Society ed al 1878 per la costituzione del Libro Genealogico.
Questa razza ebbe molto successo soprattutto intorno agli anni ‘50 del secolo scorso perché il mercato delle carni bovine richiedeva bestiame con basse necessità di mangimi e con produzioni di carni di alta qualità.
Successivamente, con la crisi dovuta alla BSE (Bovine Spongiform Encephalopathy), più nota col nome di “malattia della mucca pazza” si ebbe nel 1990 il divieto di esportazione anche se non vi furono casi di BSE riscontrati nei bovini della Galloway. Questa paura ha avuto ovviamente ripercussioni sull’allevamento di questo bestiame con una contrazione dei capi allevati.
Negli anni seguenti si sono avuti grandi cambiamenti legati alle richieste di animali con taglie più grandi ma, al giorno di oggi, le caratteristiche originali della razza sono tornate nuovamente molto richieste; fattore legato alla necessità di ottenere di carne di alta qualità che richieda costi di produzione contenuti.
Oggi la razza Galloway è considerata una razza minore ma molto allevata soprattutto in Scozia.

Morfologia –
La Galloway è una razza caratterizzata da un mantello con un colore uniforme, prevalentemente nero, ma a volte tendente al giallo-grigio o rosso-bruno, con pelo tendenzialmente lungo e riccio in alcune zone, specialmente sulla testa e sul collo. Questo spesso strato di peli idrorepellente isola il corpo di questi animali molto bene dal clima freddo ed umido della zona senza bisogno di uno strato spesso di grasso che, altrimenti, creerebbe poco gradimento alla macellazione.
È una razza priva di corna.
Si tratta di animali di struttura ridotta e molto muscolosi con le femmine alte 120 cm e con un peso di 450-500 kg ed i tori tra 750 e gli 850 Kg. Il peso alla nascita di un vitello sano è di circa 160 Kg.

Attitudine produttiva –
La Galloway è una razza bovina a prevalente attitudine per la produzione di carne molto apprezzata per le carni particolarmente tenere.
Nonostante l’uso abituale dell’allevamento di questi animali per la produzione di carne esistono allevamenti di Galloway che vengono destinate per la produzione di formaggio come bella contea storica del Cumberland situata nel nord-ovest dell’Inghilterra.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *