Bruna Austriaca

Bruna Austriaca

La Bruna Austriaca è una razza bovina (Bos taurus Linnaeus, 1758) originaria dell’Austria a duplice attitudine con prevalenza per la produzione di latte.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus ed alla Razza Bruna Austriaca.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La Bruna Austriaca (Brown Mountain) è originaria dell’Austria dove viene chiamata Osterreichisches Braunvieh. Si tratta di una razza diffusa soprattutto nelle regioni austriache del Tirolo, Voralberg e Stiria.

Origini e Storia –
La Bruna Austriaca è una razza bovina che si è formata anticamente selezionando le razze locali quali la razza delle Alpi Retiche (dal mantello nero-brunastro) e la Walser. Successivamente è stata migliorata tramite incroci con Bruna Svizzera, Bruna Tedesca e la Brown Swiss (USA). Si tratta di una razza selezionata per essere allevata in ambienti molto ostili. In Austria rappresenta circa il 12% della popolazione bovina.

Morfologia –
La Bruna Austriaca si riconosce per avere il colore del mantello castano scuro che è più scuro nel toro. Ha il musello nero con alone bianco. Le corna sono corte, fini, chiare e nere nella parte terminale.
Si tratta di animali con mole più ridotta rispetto alla Bruna Svizzera, fattore legato anche alle difficili condizioni di allevamento.
Il peso medio delle bovine adulte si aggira tra 500 e 550 kg.

Attitudine produttiva –
La razza Bruna Austriaca possiede una eccezionale adattabilità all’ambiente e clima dove viene allevata, presentando quindi un’ottima rusticità. Si tratta infatti di una razza con ottime qualità di pascolamento negli habitat di alta montagna.
La produzione media a capo delle vacche controllate (aggiornamento al 1994) è di 5.560 kg, con tenore in grasso del 4,12%, proteine 3,29%; si tratta di valori che, viste le condizioni climatiche, ambientali e della natura dei pascoli dove crescono questi bovini, sono da considerare ottimi.
La selezione di questa razza ha condotto ad un notevole miglioramento nella mammella e dei caratteri lattiferi, mantenendo i pregi della razza che sono rusticità e sfruttamento dei foraggi grossolani.
In generale, pertanto la Bruna Austriaca possiede una buona conformazione ed un buon equilibrio del rapporto produttivo tra latte e carne anche se tendono a prevalere le caratteristiche di produzione del latte, mantenendo comunque discrete prestazioni per la produzione di carne.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *