Come coltivare la Livistona

Come coltivare la Livistona

La Livistona appartiene ad un genere di piante (Livistona R. Br., 1810) della famiglia delle Arecaceae che comprende una trentina di specie originarie dell’Australia e del Sud-est asiatico, con caratteristico fogliame a fontana.
All’interno di questo genere ricopre un ruolo importante, come pianta ornamentale la Livistona rotundifolia (Lam.) Mart. Conosciuta anche col sinonimo di Saribus rotundifolius (Lam.) Blume o di Corypha rotundifolia Lam.
In questa scheda vedremo come coltivare la Livistona nei nostri climi ed in appartamento, considerando che questa palma raggiunge in natura dimensioni ragguardevoli ma, per via del suo lento sviluppo, è possibile coltivare in vaso come pianta ornamentale.
Le giovani palme in commercio hanno di solito 2/3 anni e belle foglie a ventaglio. Necessitano durante l’inverno di una posizione riparata e tollerano abbastanza bene l’aria secca dovuta al riscaldamento, se le innaffiature non verranno a scarseggiare. Esemplari adulti tollerano brevi periodi di gelo ed è possibile coltivarle all’aperto sulla costa mediterranea..
La Livistona è comunque una pianta da interno molto ornamentale e tipica di luoghi tropicali, ma ormai diffusa negli appartamenti di tutto il Mondo come vero e proprio elemento di decorazione e molto elegante.
Questa pianta, per i meno esperti, può essere confusa con la Chamaeropsis humilis, che ne ricalca forme e proprietà di coltivazione, ma che differisce per altezza e zone di diffusione (prevalentemente mediterranee).
La Livistona si presenta con un fusto centrale dal quale si dipartono i rami, ciascuno dei quali da origine a una sola foglia, di aspetto ceroso lucido e di un vivace verde chiaro. Solo nella pianta adulta rami e tronco si presentano bruni con residui fibrosi/squamosi.
Per la sua coltivazione si ricorda di scegliere ambienti luminosi, resiste bene anche ad alte temperature ma si consiglia comunque di non esporla a raggi solari diretti. La temperatura ottimale di coltivazione è compresa tra i 18-23 °C e pertanto poco tollera le temperature inferiori ai 15° C. Teme le correnti d’aria, l’ambiente troppo secco e la vicinanza ai termosifoni o ad altre fonti di calore.
Per la coltivazione in vaso si consiglia un substrato composto da terriccio universale leggermente acido, miscelato con sabbia e argilla.
Nella parte basale del vaso è bene porre della perlite o della ghiaia per consentire un ottimo sgrondo e drenaggio delle acque in eccesso.
La Livistona va inoltre innaffiata, utilizzando acqua non calcare come quella piovana, con regolarità per conservare il terriccio sempre leggermente umido; gradisce inoltre nebulizzazioni sulle foglie per mantenere la giusta umidità. Inoltre siccome la Livistona ama l’ambiente con un alto tasso di umidità, in estate bisogna nebulizzare spesso le sue foglie con acqua sempre priva di calcare.

Per quanto riguarda gli apporti nutritivi, andrebbe concimata una volta al mese, nel periodo che va dalla primavera all’autunno; ovviamente questo consiglio è per le piante coltivate in appartamento ed, in questo caso, vanno utilizzati appositi concimi per piante verdi.
La pianta invece può essere coltivata anche in esterni ma in aree con climi più miti, dove il pericolo di gelate è minimo ed, in questo caso, l’impianto va fatto tramite una buca nel fondo del quale si consiglia di apportare del letame maturo o, in mancanza di questo, sostanza organica ben matura e fine.
Vediamo adesso la riproduzione della Livistona.
La pianta si riproduce per seme e meglio ancora per via agamica mediante la divisione dei cespi o dei polloni che si formano alla base della pianta.
La moltiplicazione per seme risulta lunga e laboriosa.
Prima di tutto occorrono semi freschi appena raccolti dalla pianta che vanno messi subito a macerare in acqua per almeno 7 giorni tempo richiesto all’involucro esterno che lo protegge di raggiungere una morbida consistenza.
Si procede poi con la semina: si stratificano i semi sulla superficie di un substrato composto da sabbia e torba in parti uguali. Si avvolge il contenitore in una busta di plastica e lo si colloca in un luogo ombreggiato a temperatura costante di 30° C. Il terriccio va mantenuto sempre umido fino alla comparsa dei germogli, circa 2 mesi.
Le nuove piante ottenute dalla germinazione dei semi vanno trasferite in vasi singoli ed allevate in essi per almeno 2 anni prima della messa a dimora definitiva.
Nella propagazione agamica invece si parte dalla divisione dei cespi che si effettua in primavera, in aprile-maggio, mettendo a radicare i polloni che si formano alla base della pianta, in un vaso contenente terriccio, torba e sabbia in parti uguali. Bisogna scegliere i germogli che abbiano almeno 2-3 foglie.
Con questo metodo i vasi, dove si tengono le giovani piantine, vanno tenuti in un luogo protetto dove la temperatura minima non scende al disotto dei 10°C e per i primi 2 -3 mesi il terreno va mantenuto sempre leggermente umido. Le giovani palme nane così ottenute vanno allevate in vaso prima di piantarle all’aperto.
Il rinvaso della Livistona rotundifolia si effettua quando le radici hanno occupato tutto lo spazio a disposizione e fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua di sgrondo. Quando il vaso è di grandi dimensioni basta rimuovere del terriccio (2-5 centimetri) vecchio e sostituirlo con altrettanto terriccio fresco.
Per quanto riguarda la potatura si ricorda che la livistona, come altre varietà di palme nane non va potata. Si asportano solo le foglie secche, recidendole con cesoie ben affilate e disinfettate dal punto in cui partono dal fusto.
Per le foglie che presentano solo gli apici secchi sarà sufficiente eliminare solo le punte per non compromettere l’estetica della pianta.
Dal punto di vista sanitario la Livistona è una pianta rustica e longeva che generalmente non viene attaccata dai comuni parassiti animali come gli afidi e le cocciniglie e, qualche volta può essere attaccata dalla mosca bianca che forma depositi biancastri lungo i peduncoli fogliari. È, inoltre, resistente anche alle malattie fungine come l’oidio o mal bianco e la ruggine.
La Livistona è una pianta da appartamento che ha proprietà di purificazione e combatte vari disturbi, tra cui irritazioni agli occhi, mal di testa e stanchezza.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *