Impollinazione Zoogama

Impollinazione Zoogama

L’impollinazione zoogama o zoofila è il sistema di impollinazione operata dagli animali.
Questo tipo di impollinazione è svolto soprattutto da piccoli uccelli, come i colibrì nelle zone tropicali, pipistrelli (dove l’impollinazione prende il nome di chirotterogama) e, con un ruolo minore ma ugualmente necessario da alcuni primati notturni o da piccoli marsupiali della famiglia Didelphidae, che sono piccoli animali, dotati di piccole zampe, con le quali aprono i fiori alla ricerca del nettare, e di un mantello peloso, al quale il polline aderisce.
Altre specie che svolgono una funzione impollinatrice si riscontrano anche tra i sauri, in particolare tra le lucertole, di cui ricordiamo Podarcis lilfordi, i gechi ccon ad esempio Phelsuma ornata e gli scinchi, tra cui citiamo Leiolopisma telfairii. Il ruolo dei sauri impollinatori, che lappano con la loro lingua il nettare, favorendo l’adesione del polline al muso e alle zampe, è particolarmente importante in alcune piccole isole, dove non esistono altre specie che possano assolvere questo ruolo.

L’impollinazione zoogama si riscontra, inoltre, in alcune piante acquatiche ma anche per alcune specie terrestri quali Evolvulus nummularius e Chrysosplenium alternifolium, una impollinazione operata per mezzo di molluschi gasteropodi (malacofilia).
All’interno dell’impollinazione zoogama bisogna annoverare il caso delle specie i cui fiori si aprono di notte. Tra queste va annoverato il baobab Adansonia digitata ed altre specie della famiglia Bombacaceae.
In questo caso svolgono un ruolo fondamentale i pipistrelli che, come detto, con la loro impollinazione contribuiscono alla diffusione del polline. Tra le specie di pipistrelli il cui coinvolgimento è stato convincentemente dimostrato vi sono Eidolon helvum, Epomophorus gambianus e Rousettus aegyptiacus.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *