Olio di semi di arachide

Olio di semi di arachide

L’olio di semi di arachide o, semplicemente, olio di arachidi è un olio vegetale che si ricava per pressione o per mezzo di solventi dai semi della pianta di Arachide (Arachis hypogaea L., 1753), una pianta erbacea, originaria del Sudamerica, che appartiene alla famiglia delle Fabacee.
Si tratta di una pianta coltivata in quasi tutto il mondo, con Asia e Africa che sono le terre dove le aree dedicate a queste coltura sono maggiormente estese, seguono America e Oceania. In Europa hanno un certo interesse commerciale le coltivazioni della Grecia, della Spagna e dell’Italia, dove l’arachide viene coltivata soprattutto in Veneto e in Campania.
L’olio di arachidi presenta un apporto calorico molto elevato, circa 900 calorie per 100 ml. I valori Nutrizionali dell’Olio di Arachidi (100 ml) sono quindi: Calorie 900 kcal, Carboidrati 0 g, Grassi 100 g, Proteine 0 g.
In definitiva l’ Olio di semi di arachide ha una composizione simile all’olio d’oliva: contiene il 1 % di acidi grassi saturi, il 46 % di monoinsaturi e il 32 % di polinsaturi. Rispetto all’olio d’oliva ha un sapore più delicato quindi viene usato spesso nella preparazione delle torte. Il punto di fumo dell’olio di arachide è di 180°C per quello non raffinato, mentre quello raffinato, che si trova spesso in commercio, può arrivare anche a 230°C.
Per quanto riguarda la composizione media chimica su 100 g di parte edibile abbiamo: Ferro mg 0,10; Zinco mg 0,01; Acqua mg Tracce; Sodio mg Tracce; Potassio mg Tracce; Calcio mg Tracce; Selenio mg Tracce.

Può però contenere, se non adeguatamente raffinato, anche proteine lipofile ed allergeni (agglutinine e oleosine) che introducono un rischio per chi soffre di grave allergia alle arachidi.
Vista quindi l’alta diffusione ed il rischio di severe reazioni della allergia alle arachidi, la maggioranza degli oli di semi di arachide sul mercato sono altamente raffinati.
L’olio di arachide è ricco di acido oleico, e di acido linoleico, il principale acido grasso essenziale del gruppo degli omega 6. Molto buono è anche il contenuto di vitamina E.
La composizione dell’olio di semi di arachide, grazie soprattutto alla discreta concentrazione di acidi grassi monoinsaturi, lo rende abbastanza stabile al calore della cottura e gli conferisce un punto di fumo sufficientemente alto, atto a renderlo anche un buon olio per friggere.
Questo olio vegetale trova largo impiego in cucina, sia per la realizzazione di fritture dolci e salate, sia per la preparazione di dolci: l’olio di arachidi si può utilizzare al posto del burro.
L’olio di arachidi è adatto, inoltre, ad essere impiegato anche per la preparazione di saponi e anche per detergenti e creme a effetto emolliente, per il trattamento della pelle secca.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *