Pleurotus cornucopiae

Pleurotus cornucopiae

Il fungo d’oro o gialletto (Pleurotus cornucopiae (Paulet) Rolland) è un fungo saprofita appartenente alla famiglia delle Pleurotaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Pleurotaceae e quindi al Genere Pleurotus ed alla Specie P. cornucopiae.
Tra i principali sinonimi ricordiamo: Agaricus cornucopiae (Paulet) Pers., Crepidotus cornucopiae (Paulet) Murrill e Dendrosarcus cornucopiae Paulet.

Etimologia –
Il termine Pleurotus proviene dal greco πλευρόν pleurón lato, fianco, di fianco e da οὖς, ωτόϛ oús, otós orecchio: con il cappello simile a un orecchio posto lateralmente. L’epiteto specifico cornucopiae deriva da cornus corno e da copia ricchezza, abbondanza: e da corno, per la forma del carpoforo simile a un corno, dell’abbondanza.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il Pleurotus cornucopiae è un fungo saprofita-parassita che cresce su ceppaie e tronchi di latifoglie e fruttifica nel periodo tra l’estate e l’autunno.

Riconoscimento –
Il fungo d’oro si riconosce per il cappello di 5-12 cm, prima convesso e poi depresso e infundibuliforme, di colore variabile tra il biancastro o grigio chiaro, bruno ocra o giallastro, glabro.
Le lamelle sono bianche o concolori anche se più chiare, fitte, decorrenti sul gambo, dove si anastomizzano a formare un reticolo.
Il gambo è di 3-8 x 0,8-1,5 cm, spesso ramificato, più o meno eccentrico, pieno, biancastro, coperto quasi completamente dalle lamelle.
La carne è di colore bianco, prima morbida poi piuttosto tenace, con odore farinoso e sapore dolciastro.
Al microscopio si notano delle spore biancastre in massa appena depositate e poi rosa.

Coltivazione –
Il Pleurotus cornucopiae è un fungo che si presta alla coltivazione su substrati di paglia di grano bionda, di buona qualità e con procedure che tengano ben controllate umidità, temperatura e luminosità durante tutta la fase dall’inoculazione alla fruttificazione che, normalmente, avviene entro un mese dall’inoculazione. La temperatura ideale per la nascita dei funghi oscilla tra 15 e 25 °C.

Usi e Tradizioni –
Il Pleurotus cornucopiae è un fungo che, allo stato naturale, non è molto frequente. È un fungo buono e commestibile da giovane dopodiché diventa coriaceo e quindi inutilizzabile.
Ha un effetto antinfiammatorio ed antiossidante, aiuta ad accrescere le difese del sistema immunitario. Adatto ad una dieta ipocalorica, contiene poche calorie e grassi, un discreto contenuto di proteine, carboidrati e fibre, è ricco di minerali come calcio, fosforo e ferro, vitamina B1 e B2 ed acido folico.
Potrebbe confondersi con il Clitocybe olearia (velenoso), ma il colore delle lamelle giallo-arancione di quest’ultimo è sufficiente a togliere qualsiasi dubbio.

Modalità di Preparazione –
Il fungo d’oro o gialletto caratterizzato, da giovane, da una carne tenera e dal gusto delicato.
È un fungo che si presta ad una cottura veloce ed, in ogni caso, si consiglia una prebollitura per togliere l’odore intenso.
In cucina, è utilizzato soprattutto per la preparazione di risotti e per condire la pasta, ottimo anche per l’essiccazione. È, inoltre, adatto ai primi piatti ma si può utilizzare anche per frittate e torte salate.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Cetto B., 2008. I funghi dal vero, Saturnia, Trento.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *